Roma, James Pallotta: "Francesco Totti sarà il nuovo direttore tecnico"

Roma, James Pallotta:

Il silenzio di James Pallotta e di Mauro Baldissoni sono eloquenti. "Abbiamo già parlato con lui", spiega il presidente giallorosso. E chissà, forse Francesco Totti ci ha sperato fino all'ultimo di poter strappare un altro contratto da calciatore.

Se si fosse concesso il tempo di riflettere sul suo futuro immediato o più lontano, avrebbe spento le sue prime quaranta candeline facendole diventare anche le ultime, per quanto riguardava l'attività agonistica. Sì, perché l'idea di un "direttore tecnico" intende mansioni di tipo tecnico, appunto.

Quello che è certo è che sarebbe un peccato per la Roma perdere Totti. Un po' come se il club avesse deciso per lui e avesse creato una figura ad hoc per accontentarlo.

E' una beffa che ieri a Trigoria ha provocato una smorfia sul viso di Totti, di suo ancora provato dalle parole di commiato ascoltate nella conferenza stampa di insediamento di Monchi. Di rapporti, al massimo, tra i vari ambienti che compongono un'azienda sportiva.

Proprio poco più di un anno fa, quando il giocatore si lamentava per una mancanza di rispetto nei suoi confronti, Francesco si informò con alcune autorità cittadine della possibilità di organizzare un evento per salutare i suoi venticinque anni di carriera in grande stile, nel cuore della capitale, circondato dalle persone a cui è più legato e che più gli vogliono bene. Ma a volte un fisico che ti dice 'basta' può essere utile. "Questi che restano tutta la vita con una maglia vanno rispettati ma sono anche fortunati". "Vedremo come andrà a finire".