Raggi, nuovo contratto dipendenti Roma

Raggi, nuovo contratto dipendenti Roma

E' raggiante la sindaca Virginia Raggi mentre twitta la notizia di un nuovo contratto decentrato per i 23 mila dipendenti di Roma Capitale. Il testo prevederebbe di realizzare dei progetti per utilizzare i dipendenti a rotazione anche nel lavoro di contrasto e recupero dell'evasione tariffaria delle imposte comunali.

Il contratto regola anche l'erogazione del salario accessorio, risolvendo così la querelle con il Mef, al centro di polemiche da tempo. "E abbiamo voluto marcare una differenza con la precedente amministrazione che aveva stabilito un contratto che non era equo per i dipendenti".

"Un nuovo contratto per i dipendenticapitolini". Ed è la struttura che va premiata se lavora bene. La valutazione sulle performance individuali, poi, terrà conto dell'apporto del singolo dipendente al raggiungimento degli obbiettivi della struttura di appartenenza.

Il salario di produttività sarà quindi collegato direttamente ai risultati delle singole strutture e quindi anche attraverso i servizi offerti ai cittadini.

Gli obiettivi sono resi misurabili dagli indicatori inclusi nel Peg, utili al monitoraggio degli andamenti durante l'esercizio e alla valutazione dei risultati a consuntivo. "Inoltre si prevedono istituti contrattuali per chi ha disagi, responsabilità e rischi, ovvero attività maggiormente onerose".

Il restante 10% delle risorse destinate al fondo è indirizzato al riconoscimento della produttività individuale. Ai fini dell'attribuzione della quota di incentivo collegata alla singola performance, il Campidoglio si avvale di un sistema di valutazione idoneo a rilevare la qualità del contributo assicurato alla struttura di appartenenza, le competenze dimostrate, i comportamenti professionali e organizzativi posti in essere. I dipendenti interessati presenteranno apposita istanza corredata di curriculum vitae e autocertificazione dei titoli dichiarati.