Primarie PD: i risultati di Prato e provincia Politica

Primarie PD: i risultati di Prato e provincia Politica

La schiacciante vittoria di Matteo Renzi alle primarie del Pd potrebbe avere effetti anche sulla politica gricignanese.

C'è, invece, ancora chi crede nella scelta del leader attraverso le primarie: nel Savonese ha addirittura votato una nonna di 102 anni.

Matteo Renzi ha vinto le primarie del Pd nelle Marche con 36.866 voti, pari al 77,86%. In tutta Italia a votare, sono stati due milioni, tutti consegnando come quota partecipativa, o di assistenza, due euro. "Gli elettori hanno sempre ragione".

Quest'ultimo ha, a sorpresa, ottenuto ben 67 preferenze, mentre l'ex Premier Matteo Renzi ha raccolto 153 preferenze. Orlando è rimasto nel suo comitato a Roma ed Emiliano ha preferito restare nella sua Bari. Basta con le agenzie, vista che si profila all'orizzante la creazione dell'ultima arrivata, in sostituzione della Sanitàservice. Questo il dettaglio dei 54 seggi: "Un buon risultato che premia il lavoro e l'impegno degli oltre trecento volontari che hanno permesso che quella di ieri fosse una grande festa di democrazia e partecipazione" è il commento del segretario provinciale Pd Fausto Crimella. Ma per molti legge elettorale fa rima con elezioni politiche.

Ma qualcosa sulla vittoria andava pur detto "È stata una vittoria netta, chiara, senza dubbi che tutti devono riconoscere". C'è un passaggio però del discorso fatto da Renzi ieri al Nazareno che qualche complottista sibillino non ha potuto non notare e riguarda il grande traghettatore di questa fase convulsa del Partito Democratico, quel Paolo Gentiloni che ha ereditato il governo nel peggior momento del suo Pd: "grazie a tutte le amiche e gli amici che lavorano nel governo del Paese a iniziare da Gentiloni, a cui va tutto il sentimento della nostra vicinanza e amicizia". Ma è soprattutto sui social che da domani Renzi intende ripartire. Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.