Premier League: festa Chelsea a Stamford Bridge, poker al Watford

Premier League: festa Chelsea a Stamford Bridge, poker al Watford

Difensore che ha sempre avuto una spiccata vena realizzativa, JT ha portato in vantaggio la squadra di Conte con un gol da vero bomber d'area, ma nel giro di pochi secondi ha servito un goffo assist, di testa, a Capoue che non ha perso l'occasione per pareggiare. Lui vuole giocare ancora e con continuità: per questo ha deciso di lasciare il Chelsea ed è una decisione che rispetto. "Saremo entrambi rilassati. Noi siamo salvi e loro hanno vinto il campionato".

L'unica cosa certa al momento è che John Terry dalla prossima stagione non indosserà più la maglia del Chelsea, la squadra che ha rappresentato per 19 stagioni e un'intera carriera calcistica, fatta eccezione per un paio di mesi in prestito al Nottingham Forest. Domani sera tocca a Chelsea e Watford, in una gara che significa poco per la classifica, almeno per gli uomini di Antonio Conte, laureatisi campioni d'Inghilterra venerdì sera con il successo in casa del West Bromwich. Il tecnico continua a mostrare delle lacune e stavolta l'attacco arriva addirittura da un giornalista del Daily Mirror, John Cross, che ha apostrofato senza pietà il livornese: "Walter Mazzarri è un insulto alla Premier League".

Una vittoria, quella di ieri, con quattro gol. Davanti ai propri tifosi, a Stamford Bridge, i Blues superano 4-3 il Watford di Mazzarri nel recupero della 28ª giornata di Premier League e si godono i festeggiamenti meritati a fine gara, con tanto di fuochi d'artificio e nastri colorati di blu che invadono il campo da gioco.