Pirati dei Caraibi 5: Johnny Depp rifiutò il soggetto originale

Pirati dei Caraibi 5: Johnny Depp rifiutò il soggetto originale

Sono ormai quattordici anni che la saga interpretata da Johnny Depp ci intrattiene, con il suo cast di antieroi sempre pronti a tradirsi per una facezia (stiamo guardando te, Hector Barbossa!), i suoi amori impossibili, i pirati non morti, le sue rocambolesche fughe e i duelli a fil di spada. Alla regia troviamo invece Joachim Rønning ed Espen Sandberg.

Questo ovviamente non significa che questo film sia migliore dei precedenti, a cui siamo anche legati di più, ma si difende bene e riesce a trovare qualcosa di nuovo da raccontare in una saga che con il quarto capitolo sembrava arrivata al capolinea.

La saga dei Pirati dei Caraibi è sempre stata la storia di Jack Sparrow, ma i personaggi di contorno, chi bene e chi male, hanno saputo guadagnarsi il proprio spazio all'interno dei cinque film finora prodotti. Il mare però, come sappiamo, è vasto e pericoloso: ecco che il giovane Henry si ritroverà invischiato in una vicenda di vendetta che coinvolge il leggendario pirata Jack Sparrow ed il misterioso Salazar da cui il titolo della pellicola.

Al cinema Lumière (orari: 17:45 - 20:00 e 22:15) dal 24 al 31 Maggio, in contemporanea mondiale il quinto episodio della saga "Pirati dei Carabi" - La vendetta di Salazar. Al suo fianco il pubblico vedrà Brenton Thwaites nel ruolo del giovane marinaio Henry, Kaya Scodelario in quello della giovane e coraggiosa matematica e astronoma Carina, Golshifteh Farahani nel ruolo della misteriosa e potente strega del mare Shansa e David Wenham nel ruolo di Scarfield.

Un gruppo di hacker ha richiesto un riscatto in Bitcoin alla Disney per evitare la pubblicazione online del nuovo film prima che esca nelle sale cinematografiche, se il pagamento non andrà a buon fine, il nuovo film verrà diffuso in rete nei vari circuiti di streaming così da rovinare i guadagni al botteghino.

Insomma, il film non delude anche se a conti fatti non porta nulla di nuovo, anzi timorosamente non abbandona la strada vincente dei primi film. Non dobbiamo stupirci, quindi, dei grandi investimenti che proprio la Disney ha approvato per la realizzazione dei film.

Questo rifiuto, a detta di Rossio, avrebbe dato origine ad una serie di problemi, personali e professionali, che hanno ritardato di un anno la produzione de La vendetta di Salazar.

Quello che più sorprende della scena dei titoli di coda di Pirati dei Caraibi: la Vendetta di Salazar è di ritrovarsi come protagonisti due attori che avevano detto addio al franchise: Orlando Bloom e Keira Knightley. Spinto in un'avventura tutta nuova, uno sfortunato Capitano Jack Sparrow si scontra con i venti della sfortuna che soffiano ancora più impetuosi quando dei terribili pirati fantasma guidati dal suo antico nemico, il terrificante Capitano Salazar, scappano dal Triangolo del Diavolo intenzionati ad uccidere ogni pirata in mare... compreso lui. Intendiamoci, La vendetta di Salazar non è un brutto film, ma prende troppo dal passato tentando quasi di fare un reboot de La Maledizione della Prima Luna.