Petrachi blinda Belotti: "Non vedo un futuro senza il Gallo"

Petrachi blinda Belotti:

L'affare è complicato anche perché il Torino non abbassa il prezzo: Cairo vuole trattenerlo almeno un altro anno per provare l'assalto all'Europa. Un trasferimento di Andrea Belotti in rossonero è destinato a rimanere un'illusione per il club del capoluogo lombardo. "Non ci conoscevamo, mi ha chiesto di incontrarci e con grande piacere ho accettato il suo invito", ha poi raccontato Petrachi, ospite negli studi di Sportitalia per ricevere il premio come miglior direttore sportivo dell'anno. Abbiamo parlato di Belotti?

Il nuovo Milan di Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli continua a fare incontri espolorativi per pianificare la prossima stagione.

"Andrea è consapevole del fatto che se dovesse arrivare un top club lui può partire". Durante l'incontro con Petrachi, per esempio, non si è parlato solo della punta granata, anzi. Si finisce di parlare inevitabilmente del Gallo, la cui permanenza oggi è un po' più vicina, anche se le richieste per lui non mancano.

LE CONTROPARTITE - Chelsea e Manchester United stimano Belotti ma seguono anche obiettivi di maggior respiro internazionali (Griezmann, Lukaku, Morata), il Milan potrebbe mettere sul piatto una cifra molto inferiore, 50-60 milioni, potendo disporre però di contropartite tecniche gradite al club granata. Ribadisco che è difficile che un club italiano possa prenderlo.

Il Milan, a caccia di un nome di riferimento per l'attacco in vista del probabile addio di Carlos Bacca, ha sondato il terreno, forte magari della passione per i colori rossoneri che il Gallo nutre fin da bambino. Dopo le voci dei giorni scorsi, capaci di far sognare il popolo milanista con tanto di hashtag su Twitter #BelottiMilan, è arrivata la doccia fredda targata Petrachi.