Papa: "Con Trump niente calcoli, lo ascolterò senza pregiudizi"

Papa:

"Mai mi faccio un giudizio su una persona senza ascoltarla, credo di non doverlo fare". Ognuno dirà ciò che pensa. Lo ha detto Papa Francesco, come riporta il resoconto video diffuso da Tv2000, nella conferenza a bordo dell'aereo che lo ha ricondotto in Italia al termine del pellegrinaggio al santuario di Fatima in Portogallo. "Ognuno ascolterà l'altro. Ci parleremo e dopo dirò cosa penso".

Roma, 13 mag. (AdnKronos) - Cosa si puo' aspettare il mondo dall'incontro tra Papa Francesco e il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump? Su questo sapete bene.

Indubbiamente, però, "c'è il fatto spirituale e pastorale, il nocciolo della relazione: gente che si converte, che incontra Dio, che cambia vita". Ci sono porte che non stanno chiuse: bisogna cercare le porte che siano almeno un po' aperte, entrare e parlare sulle cose comuni - continua Trump - E andare avanti passo passo: la pace è artigianale, si fa ogni giorno. Anche l'amicizia, tra le persone, la conoscenza mutua, la stima artigianale, si fa tutti i giorni.

Alla ulteriore domanda del giornalista se si aspetti che dopo l'udienza il presidente Trump possa ammorbidire le proprie posizioni, papa Bergoglio ha risposto: "Questo è un calcolo politico che io non mi permetto di fare, e neppure sul piano religioso sono proselitista".

Queste le parole Papa Francesco, sul volo di ritorno da Fatina, sulle apparizioni a Medjugorje, riportate da molti quotidiani sotto forma d'intervista.

La giornalista ha quindi chiesto se allora ci sia ancora da svelare qualcosa del "terzo segreto" e il Papa ha replicato: "No quelle visioni?Credo che l'allora card".