Ong, Alfano: "Procuratore Catania ha ragione al 100%"

Ong, Alfano:

E da Bruxelles, dove si trova per il consiglio europeo a 27, si esprime il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, spezza una lancia per le ong: "Siamo grati ai volontari per la loro attività, se ci sono traffici la magistratura indagherà. Anni di magistratura mi hanno insegnato abbastanza per avere una opinione fondata sui temi della giustizia, delle indagini e di quando è opportuno che un procuratore parli delle sue informazioni, se suffragate da solidi elementi probatori".

"Io dò cento per cento di ragione al Procuratore Zuccaro perché ha posto una questione vera". Il serbatoio di voti dei partiti siciliani e non solo" scrive su Facebook Luigi Di Maio che, dopo aver criticato l'atteggiamento di Grasso e Boldrini "che dovrebbero essere al di sopra delle parti e che invece hanno deciso di prendere parte alla fiera dell'ipocrisia sulle Ong" viene rintuzzato sullo stesso social dal presidente del Senato: "Caro Luigi, sei giovane, ma faresti bene a ricordarti che a tutte le età si può e deve imparare.

Il primo a lanciare le accuse alle Ong era stato Lugi Di Maio, e il Movimento Cinque Stelle prosegue sulla sua linea di difesa nei confronti di Zuccaro, che sarà sentito dal Csm e dalla Commissione parlamentare inchiesta migranti.

"Io, nel merito, sono stato un ministro dell'Interno corretto e non ho parlato pubblicamente delle inchieste dei magistrati di Catania, se non per congratularmi con loro".

Si divide il Governo per il caso di alcune Organizzazioni non Governative e i loro presunti rapporti con i trafficanti libici e vede coinvolti il Ministro degli Esteri, Angelino Alfano e il Ministro della Giustizia, Andrea Orlando. A dirlo è Giuseppe Brescia, deputato M5S, in un post pubblicato sul blog di Beppe Grillo. All'interno del Governo c'è chi, come Di Maio, dà ragione al procuratore. "Ecco allora - sottolinea il pentastellato - perché il Governo ed il Pd lo attaccano, anziché elogiarne il lavoro e sostenerlo". Ma hanno notizia di conversazioni in arabo tra libici sulla terraferma che annuncerebbero la partenza di migranti sui gommoni e persone a bordo di navi che si direbbero pronte a recuperarle. La nostra solidarietà va ai giudici, anche al procuratore di Catania. "Un politico risolve i problemi - ha detto ancora Renzi - non alimenta le paura". "Sparare nel mucchio contro tutte le Ong è inaccettabile".

Critiche da Grasso al Pm Zuccaro: "Bisogna parlare delle indagini - - è la sua opinione - quando sono concluse non quando sono in corso". Ha il cento per cento di ragione lui - ha dichiarato Alfano - sono degli ipocriti e dei sepolcri un po' imbiancati tutti quelli che si indignano a comando.

"Peraltro le parole del procuratore Zuccaro vengono strumentalmente equivocate per il semplice fatto che, senza generalizzare, ha mosso dei dubbi solo su una piccola parte di ong, sul cui operato sembrerebbero esserci delle ombre - aggiungono - La lingua italiana non è un concetto opinabile a meno che ci sia un tentativo di delegittimazione verso una Procura che ha anche scoperchiato calderoni importanti come l'intreccio tra affari e politica nella gestione del Cara di Mineo".