Nuovi colori per Whatsapp? Attenti alla truffa

Nuovi colori per Whatsapp? Attenti alla truffa

I blocchi delle utenze sono una risposta a violazioni dei termini di servizio della app di messaggistica.

Si tratta, insomma, di una funzione che semplifica la risposta rendendola ancora più immediata. Non si parla solo di svago, dunque, ma anche di aspetti professionali che evidentemente non hanno lasciato indifferente il Codacons. Come sempre, è importante fare molta attenzione a questi tipi di messaggi e ricordare che tutti gli aggiornamenti di WhatsApp passano attraverso il Play Store e non tramite messaggi fra utenti. Da qualche giorno, infatti, sta circolando sul sistema di messaggistica istantanea, un messaggio che informa della possibilità di cambiare i colori all'interno dell'applicazione stessa, accedendo al sito web ufficiale "шһатѕарр.com". Nuove funzionalità in grado di renderlo sempre più accattivante e utile. Ci sarà però un limite, ancora non ben specificato dall'app: si era ipotizzato di introdurre un tempo limite standard di due minuti dopodiché non sarebbe più stato possibile intervenire, ma, considerando invece il diverso approccio di Telegram che consente il revoke anche dopo due giorni, è possibile che la nuova funzionalità diventi operativa soltanto a patto che il testo non sia già stato visualizzato.

La prossima versione di WhatsApp, entro breve in arrivo, porterà infatti in dote una serie di modifiche dalla portata epocale, comprensiva della possibilità di cancellare i messaggi già inviati e della fine di quelle medesime "storie" che avevano tentato maldestramente di trasformare l'applicazione in una sorta di social network minore o di un fratellastro di Facebook e Instagram.

Gli utenti vengono catturati con quello che oramai può essere definito un cliché dei malintenzionati, ovvero sia il cambio di colore per WhatsApp e l'aggiunta di nuovi servizi innovativi.