Nicky Hayden, non ci sono miglioramenti: "Condizioni gravissime"

A confermarlo sono fonti ospedaliere interne all'istituto Bufalini di Cesena dove il pilota statunitense è ricoverato nel reparto di terapia intensiva.

Al momento Hayden non può sottoporsi ad un'operazione perché troppo debole e per via dell'ematoma cerebrale causato dall'incidente, che si aggiunge alle fratture multiple al femore e al bacino. Nessuna variazione sostanziale anche nel bollettino arrivato in serata, poco prima delle ore 20, dall'ospedale Bufalini che conferma le condizioni critiche di Hayden: "Il quadro clinico generale di Nicky Hayden resta invariato".

Ieri sono arrivate le parole del suo ex compagno di squadra e amico Valentino Rossi, che sul suo profilo Facebook ha postato un messaggio rivolto ad Hayden. Sono presenti però anche la fidanzata Jackie e diversi membri del Team Honda Superbike, che vogliono stare vicini al proprio pilota, con il quale si è stretto un forte legame. Il pilota è caduto dalla bici sul parabrezza della vettura che lo ha travolto, una Peugeot 206, ed è stato sbalzato sul ciglio della strada.

Si tratta di un 30enne di Morciano di Romagna, la cui vita in questi giorni è particolarmente triste perchè naturalmente si sente colpevole di quanto accaduto, anche se le indagini rivelano la possibilità che dà quel maledetto incrocio Hayden sia sbucato fuori con scarsa attenzione nel vedere se qualcuno stesse sopraggiungendo. Adesso spetterà alla polizia intercomunale di Riccione, Misano, Coriano e Cattolica - dopo i rilievi di rito - riuscire a far luce sulla dinamica esatta degli eventi per verificare eventuali responsabilità.