Nba, Golden State in finale di Conference: Utah ko 121-95

Nba, Golden State in finale di Conference: Utah ko 121-95

Anche in gara 4, Golden State mostra tutta la sua superiorità, completa il 4-0 e vola in Finale di Conference per il terzo anno consecutivo. Thompson (21 punti nell'ultimo atto contro i Jazz) e Durant (18) hanno riscoperto come non pestarsi i piedi e Iguodala continua ad essere l'adulto nella stanza di una squadra che domina e diverte: "Abbiamo tanto talento ma mettiamo tutti la squadra al primo posto". Quin Snyder ferma subito la partita con un timeout ma serve a poco: il vantaggio degli ospiti cresce già oltre i venti punti. Gli 86 punti combinati dei Big Four hanno fatto la differenza nei 121-95 di gara-4 con i Jazz, spazzando via l'orgoglio di una squadra comunque da applausi, alla miglior stagione degli ultimi sette anni. "E ci sono lezioni da imparare anche nelle vittorie" raccontava Curry dopo aver mandato in vacanza Utah. All'intervallo siamo 52-60. I Jazz riescono ad avvicinarsi fino al -5 con Rudy Gobert (61-66), senza però riuscire mai ad andare oltre. Troppo superiori questi Warriors per pensare di prolungare la serie a Oakland. Nel finale di terzo quarto infatti, Curry e Kevin Durant rimettono in chiaro le cose e Golden State chiude avanti 79-93.

Draymond Green registra una tripla doppia e non c'è bisogno di me per dirvi quanto la sua presenza abbia influenzato molti esiti negativi dei Jazz in attacco, Steph Curry segna quando deve segnare e chiude con 30 punti, Kevin Durant e Klay Thompson abbastanza tranquilli e "lontani" dai riflettori ma allo stesso tempo sempre protagonisti. Da notare che sin qui, nelle rispettive due serie affrontate nei playoff 2017, Golden State e Cleveland hanno proceduto come rulli compressori, non lasciando neanche un match agli avversari (Portland e Utah; Indiana e Toronto).

Jazz: Hayward 25, Mack 18, Exum 15, Gobert 12.