Napoli, Gomorra a scuola: 14enne accoltellato in classe

Napoli, Gomorra a scuola: 14enne accoltellato in classe

Una lite tra ragazzi in classe che sfocia in accoltellamento, mentre la professoressa è in aula con gli altri alunni. A trasformare la scuola in un set in stile 'Gomorra' è stato un ragazzo di 14 anni, che ha copito un compagno al gluteo con un coltello. Sull'accaduto indaga la Procura dei Minori. Il tredicenne frequenta la terza media e può essere considerato un bullo atipico: a scuola prende buoni voti, è considerato un calciatore promettente e si è già iscritto alle superiori. "Quando gli ho chiesto: "cosa hai fatto?" - ha raccontato Armando Sangiorgio, il dirigente scolastico del Consoli - lui mi ha risposto: "non ho fatto niente". Già in passato si sono verificati episodi di violenza che hanno visto protagonista sempre il 14enne, nato a Giugliano ma residente a Napoli con la famiglia. Poi è stato lanciato l'allarme dai docenti, che hanno chiesto l'intervento dei medici. Lì si è accorto che perdeva sangue e ha avvertito i professori. Comunque, secondo Sangiorgio, il tredicenne "è solo un ragazzo in difficoltà che può e deve essere recuperato". Il tredicenne l'ha accompagnato. Quanto accaduto merita una analisi più approfondita. Per domani è stata disposta un'ispezione nell'istituto, da parte del dirigente scolastico regionale.

Si tratta di un ragazzino che, come riportato da Repubblica.it, vive una realtà familiare difficile e che è stato segnalato più volte dalla dirigente scolastica come incline ad atti di bullismo.