MotoGP, Gran Premio Spagna, Pedrosa: "Non è stato facile". Marquez: "Ottimo risultato"

MotoGP, Gran Premio Spagna, Pedrosa:

Partiti primo e secondo, arrivati primo e secondo.

La prossima gara è tra due settimane in Francia a Le Mans, molto importante in quanto delineerà lo sviluppo di questa stagione di MotoGP. Il francese si mette anche all'inseguimento di Marquez e prova a sorpassarlo, ci riesce a 24 giri dal termine.

"Io ho sempre detto che Lorenzo è uno dei più forti quindi..."

Una doppietta che pesa, questa. A metà gara Marquez, avvicina Pedrosa che nel finale si riprende e va a centrare il 53° successo in carriera (primo stagionale). Per me la media dietro era troppo morbida, ma il problema è stato davanti, perché la gomma dura era comunque troppo morbida. "Il campionato diventa interessante e mancano ancora tante gare". Abbiamo sempre litigato con lo spin perché in uscita dalle curve avevamo difficoltà ad avere una buona trazione. Lì ho cambiato di nuovo la mia mentalità: spingere, ma tenermi dentro i limiti. Secondo e terzo gli stessi del mattino, ma a posizioni invertite. "Per fortuna domani abbiamo i test, dobbiamo capire cos'è successo". Tutto può succedere: del resto, in Argentina la Yamaha sembrava imbattibile e oggi è il contrario.

Se non altro, a parte la risicata leadership nel Mondiale, a Rossi resta una consolazione: "Con queste gomme le cose cambiano non di gara in gara, ma di ora in ora". Viñales dice di "non volere parlare male della Michelin...", ma così lo fa lo stesso: "Nel warm-up potevo frenare 30 metri più tardi che nel pomeriggio e non so perché...".