Morto Chris Cornell, voce Soundgarden e Audioslave

Morto Chris Cornell, voce Soundgarden e Audioslave

Aveva 52 anni. Già nei giorni scorsi era circolata la notizia della sua scomparsa, che è stata confermata solo oggi dal suo agente Cornell-has-died-at-age-52" target="_blank">all'Associated Press.

I più grandi successi di Chris Cornell sono proprio quelli realizzati con i Soundgarden, su tutti l'album del 1994 'Suprunknown' che scalò le classifiche e che ha venduto più di nove milioni di copie nel mondo. Non si conoscono ancora le cause del decesso e mentre medici e investigatori sono al lavoro la famiglia chiede di "rispettare la privacy".

Nella serata di ieri Cornell è improvvisamente deceduto nella sua casa di Detroit, in Michigan, per cause per nulla chiare e ancora da accertare.

Chris Cornell, pseudonimo di Christopher John Boyle, lascia tre figli: Lillian Jean Cornell, avuta dalla prima moglie Susan Silver, Toni e Christopher Nicolas, avuti nel 2004 e nel 2005 dalla seconda moglie Vicky Karayiannis.

Una volta sciolti nel 1997, i Soundgarden si sono riconciliati nel 2010.

Il primo album, "Ultramega Ok", risale al 1988.

Voce inconfondibile, caratteristica importante per i Soundgarden, Cornell ha segnato un'intera generazione, partecipando anche a vari supergruppi: i Temple of Dog, formatisi nel 1990, che comprendevano nella formazione pezzi della sua band e dei Pearl Jam - riformatisi nel 2016 in occasione dei 25 anni della band - e nel 2001 gli Audioslave, raggiungendo Tim Commerford, Brad Wilk e Tom Morello dei Rage Against the Machine, da poco orfani di Zach De La Rocha, fino allo scioglimento nel 2007.

I suoi prossimi impegni prevedevano un concerto all'US festival Rock the Range a Columbus: la sua ultima esibizione è stata lo scorso 4 maggio insieme ai compagni di band dei Soundgarden, parte del tour nordamericano del gruppo.