È morto Chris Cornell, voce di Soundgarden e Audioslave

È morto Chris Cornell, voce di Soundgarden e Audioslave

Chris Cornell, cantante americano famoso soprattutto per aver prestato la voce ad Audioslave e Soundgarden, è scomparso a 52 anni a Detroit, nel Michigan. La famiglia "collaborerà a stretto contatto con le autorità mediche per stabilire le cause della morte". Le cause sono attualmente sconosciuto, al vaglio dei medici. Poche ore prima il cantate aveva annunciato sul suo profilo Twitter l'arrivo a Detroit. Prima del concerto, Cornell aveva anche pubblicato un un tweet dove lasciava trasparire l'entusiasmo di tornare a suonare alla Rock City.

Non sono ancora chiare le circostanze della morte di Chris Cornell, leader indiscusso dei Soundgarden e successivamente voce degli Audioslave.

La sua scalata verso l'impero del rock partì da Seattle, città in cui nacque il 20 luglio del 1964, alla guida dei Soundgarden. Il polivalente artista salì alla ribalta del successo verso la fine degli Anni 80.

Il primo album, Ultramega Ok, risale al 1988.

Si allunga così la "maledizione grunge", l'ultimo movimento rock in grado di smuovere masse di ascoltatori in tutto il mondo. Cornell fondera' nel 2001 gli Audioslave insieme ai componenti dei Rage Against The Machine, altro gruppo simbolo del rock duro degli anni '90, per poi dedicarsi a una carriera solista dalle alterne fortune. Nel 1990, dopo la morte per overdose di eroina del suo amico e compagno di stanza Andrew Wood, cantante dei Mother Love Bone, Cornell formò i Temple of the Dog con membri dei Soundgarden e due futuri membri dei Pearl Jam, Stone Gossard e Jeff Ament.