Matteo Salvini: "Luciano Spalletti? E' il classico 'piddino' rancoroso"

Matteo Salvini:

Via delle Olimpiadi è chiusa e le altre vie d'accesso sono congestionate. Il 24 aprile 1988 Gullit e Virdis stendono l'Inter nel derby, ed è così che la squadra di Sacchi arriva alla sfida di ritorno contro la capolista, a tre giornate dal termine, con un solo punto di distacco. Sottolineo il grande affetto che Totti ha per questa società e che tutta la città ha per lui. "Aspettiamo che decida lui, ha chiesto di concentrarci sulle ultime partite e ha ricordato come il bene della Roma sia più importante rispetto a tutti noi". Le priorità di De Rossi sono dunque quelle di festeggiare la vittoria contro la Juventus, che ha sempre un sapore speciale per i giallorossi, e di tenere aperto il più possibile il discorso scudetto, impresa che resta quasi impossibile ma che va coltivata fino a quando la matematica concederà delle possibilità alla Roma. Il contratto di Spalletti scade a giugno, mentre Totti ne ha uno da dirigente (per sei anni) a 600.000 euro netti a stagione.

Nessuno dei due ha fatto la prima mossa, rimandando tutto a fine campionato. Emery, Paulo Sousa e Di Francesco sono i nomi in pole position. Invece, nella serata più difficile, ha dato le giuste risposte e il merito è di Spalletti. I giallorossi sono riusciti a superare la capolista e a riprendersi così il secondo posto in classifica (che il Napoli gli aveva momentaneamente sottratto incentro 5-0 contro il Torino). Ovviamente se alla fine, per qualsiasi motivo, questa situazione non succederà, lavoreremo tranquillamente per trovare le opzioni nel caso in cui Luciano non possa continuare. Totti non ha detto che smetterà. "Confidiamo di trovare un accordo con l'allenatore, ma dobbiamo anche guardare da altre parti".