Mancini: "Inter? Ho una dignità, non potevo continuare"

Mancini:

L'ennesima stagione fallimentare dell'Inter post-triplete ha avuto il suo inizio lo scorso agosto con l'addio a sorpresa di Roberto Mancini. "All'Inter non c'erano più le basi per andare avanti - ha detto il 'Mancio' ai microfoni di Radio Incontro Olympia -". Era impossibile andare avanti, io non potevo accettare quello che stava succedendo. Su un possibile ritorno ammette: "Mai dire mai". La nuova proprietà mi fece un'offerta per rimanere altri tre anni, ma non potevo rimanere in una tale situazione di caos: non sapevo con chi parlare ed era difficile mettere su la squadra.

Dichiarazioni piccate per l'ex fantasista, che poi ha proseguito: "E' stato davvero un grosso dispiacere per me perché fino a quel momento avevamo lavorato molto bene e sono certo che se non si fossero rotti gli equilibri avremmo chiuso il campionato entro i primi tre posti. Non saprei ma di certo chi acquisterà i calciatori neroazzurri farà dei grandi affari".

Poi Mancini racconta i propri desideri attuali: "E' finito l'anno sabbatico?" La Roma? Credo che prenderà un altro allenatore.

Alla domanda sul suo futuro invece risponde con chiarezza, lanciando anche un'ipotesi inedita per lui: "Spero ci sia un'opportunità all'estero perché è più divertente, si impara una nuova cultura".