Manchester , Ariana Grande sull'attentato : 'Sono senza parole'. In forse il tour

Manchester , Ariana Grande sull'attentato : 'Sono senza parole'. In forse il tour

L'anno scorso la rivista 'Timè l'ha inserita tra le 100 persone più influenti del mondo. Commovente la ricerca dei dispersi sui social media da parte dei genitori dei giovanissimi partecipanti allo show della popstar.

La reazione della premier May "Sappiamo che" l'attentatore che ha colpito la Manchester Arena ieri sera "è un lupo solitario che ha fatto deflagrare un ordigno vicino all'uscita della Victoria Station, per provocare morti in maniera indiscriminata". La polizia di Manchester ritiene si tratti di un attacco terroristico e che l'assalitore, morto nell'esplosione, abbia agito da solo, ma è ancora in corso un'investigazione sulla terribile vicenda. Ma niente è confermato per ora. Lo ha dichiarato in conferenza stampa la premier britannica Theresa May. L'esplosione sarebbe avvenuta nel foyer dell'Arena di Manchester, poco dopo le 22.30, subito dopo la fine del concerto. In mezzo ci sono le indagini, con due arresti: un 23enne fermato dalla polizia in relazione alla strage e un altro all'interno di un centro commerciale evacuato, che al momento non è accusato dell'attentato.

L'episodio è stato descritto dagli investigatori come "serio incidente" e la polizia sta indagando per terrorismo. I nostri pensieri vanno alle 22 vittime che ora sappiamo essere morte, alle 59 persone che hanno riportato delle ferite e ai loro cari. Una testimone, Elena Semino, che aspettava la figlia 17enne ed è rimasta ferita, ha detto al Guardian: "ho sentito calore sul collo e quando ho guardato in su c'erano corpi ovunque". "Riteniamo che l'aggressore portasse un ordigno esplosivo rudimentale, che ha fatto esplodere, causando questa tragedia". I mezzi di soccorso sono arrivati prontamente con elicotteri che hanno iniziato a sorvolare la Manchester Arena e file di ambulanze che hanno quasi immediatamente circondato il Palazzetto, al quale la Polizia di Manchester ha raccomandato di non avvicinarsi chiudendo anche la stazione della Metro. E tra gli eroi di Manchester c'è lui, AJ Singh, il tassista di origine indiana che ha messo la sua automobile al servizio dei feriti dopo l'attentato al concerto di Ariana Grande, trasportando decine di persone in ospedale - del tutto gratuitamente - e salvando così molte vite. Il simbolo della mobilitazione è un nastro nero con le orecchie da coniglietto, "marchio" della cantante e del suo tour.