Malore per Laura Biagiotti, stilista ricoverata a Roma

Malore per Laura Biagiotti, stilista ricoverata a Roma

Questo il comunicato dell'ospedale: "Ieri sera alle 21.30 la signora Laura Biagiotti è stata ricoverata presso il nostro ospedale a seguito di un arresto cardiaco verificatosi al domicilio".

La stilista è stata prima rianimata al pronto soccorso, poi è stata ricoverata in terapia intensiva in prognosi riservata. Dopo il malore della Biagiotti, la figlia che si trovava a Londra è tornata immediatamente a Roma per supportare la madre e adesso non resta che aspettare qualche aggiornamento più preciso sulle sue condizioni di salute. Laura Biagiotti nata a Roma il 4 agosto 1943, la "Queen of cashmere", è stata, assieme a Krizia, una delle poche stiliste donne che ha saputo conquistare, con il suo made in Italy, i mercati globali. Il quadro clinico e gli accertamenti eseguiti dimostrano che, l'arresto cardiaco avvertito ieri sera rappresenta un vero e proprio danno al cervello, anzi quest'ultimo sembrerebbe essere di tipo anossico. Ricoverata all'ospedale Sant'Andrea sembra abbia riportato un grave danno tale da avviare l'iter per l'accertamento della morte cerebrale.

Nel 2015 ha festeggiato il suo mezzo secolo nella moda, regalandoci ogni anno oltre 70 collezioni di abbigliamento e accessori. La sua carriera inizia molto presto, firma, ancora giovanissima, la sua collezione di prêt-à-porter per Schuberth nel 1966. Soccorsa da un'ambulanza è stata portata in ospedale Sant'Andrea in gravi condizioni, in codice rosso, per un problema cardiocircolatorio.

In ospedale nel primissimo pomeriggio è arrivata anche la figlia di Mirella, che per trent'anni è stata la cuoca e la factotum del Castello medievale di Marco Simone, a Guidonia, che Laura Biagiotti e il marito Gianni Cigna avevano acquistato e restaurato negli anni Settanta.