Legittima difesa, sì della Camera: il testo al Senato

Legittima difesa, sì della Camera: il testo al Senato

Resta comunque la necessità che vi sia proporzione tra difesa e offesa e l'attualità del pericolo.

Dopo lo stop degli ultimi mesi, la Camera ha ripreso oggi l'esame del disegno di legge sulla legittima difesa.

Viene specificato che si considera legittima difesa la reazione a un'aggressione in casa, in negozio o in ufficio commessa di notte o all'introduzione con violenza, minaccia o inganno.

Secondo la norma di legge non avrà colpa chi reagisce "in situazioni comportanti un pericolo attuale per la vita, per l'integrità fisica, per la libertà personale o sessuale".

Il Turbamento esclude colpa (modifica dell'art 59 c.p): nella legittima difesa domiciliare è sempre esclusa la colpa di chi spara se l'errore, in situazioni di pericolo per la vita e la libertà personale o sessuale, è conseguenza di un grave turbamento psichico causato dall'aggressore.

Assistenza legale a carico dello Stato Inoltre, nel caso in cui sia dichiarata la non punibilità per legittima difesa, tutte le spese processuali e i compensi degli avvocati saranno a carico dello Stato. Per il 2017 gli oneri previsti a tale scopo ammontano a 295mila euro.

E la minoranza? Il M5S non si esprime inizialmente, ma alla fine fa sapere che voterà contro, come dice Vittorio Ferraresi: "Una norma tecnicamente aberrante che dice tutto e niente, forse con profili di incostituzionalità". I deputati della Lega e di FdI hanno esposto cartelli, poi rimossi, con la scritta: "La difesa è sempre legittima". Montecitorio ha dato il via libera questa mattina allalegge sulla legittima difesa (225 voti a favore e 166 contrari, 11 gli astenuti). Sarà lo Stato a farsene carico. "Il Pd e le altre forze di maggioranza - ha detto il leader di Fi - non hanno saputo o voluto scrivere una legge che rispondesse davvero alle esigenze dei cittadini onesti, una legge in grado di tutelare le persone perbene quando sono aggredite".

È servita a rimarcare la differenza ideologica la discussione alla Camera sulla legittima difesa.

Si potrà fare legittimamente uso di armi da fuoco per difendersi nel caso i ladri in casa arrivino "di notte e pratichino violenza alle persone o alle cose". La sicurezza e la giustizia devono essere in primis assicurati dallo Stato. E invece credo che un problema possa essere l'aumento indiscriminato delle armi nel nostro Paese: "dove ci sono le armi ci sono spesso più morti, e si usano anche male. e tutti le possono usare male".

"Forza Italia ha fatto il possibile per migliorarlo - ha continuato Silvio Berlusconi nella sua nota chiarificatrice-".