La visita di Obama a Milano

La visita di Obama a Milano

MILANO Per mostrare di essere "dalla parte giusta della storia", Matteo Renzi è a Milano per accogliere l'ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama arrivato in mattinata.

La seconda tappa della prima giornata milanese di Obama è stato il Duomo, dove è andato direttamente con il corteo di auto ed è entrato da un ingresso laterale. L'Ambrosiana è a pochi minuti a piedi dall'hotel, ma l'ex presidente ha scelto di evitare il bagno di folla.

MILANO Ufficialmente il sindaco Sala gli consegnerà oggi le chiavi della città, perchè dice, Milano segue la "filosofia obamiana", cioé sviluppo economico e tanta solidarietà. Quindi da Obamacare, alla lotta ai cambiamenti climatici, fino alla visita a Hiroshima e agli incrollabili appelli per il controllo delle armi, "tragedia dopo tragedia" il nipote di Jfk ha lodato il coraggio di Obama presidente, affermando che la sua generazione "è in debito nei suoi confronti". Si tratta dell'unica formula che include anche l'intervento di Obama: tutti gli altri biglietti, acquistabili dal sito della manifestazione, non prevedono l'appuntamento clou del Seed&Chips. Prima di allora il suo tempo è dedicato all'arte e alla cultura e ai vecchi amici: alle 17.30 ha incontrato l'ex premier e attuale segreto del Pd Matteo Renzi. Borgonovo ha regalato ad Obama un orologio di legno bianco a forma di Duomo e un libro sulla liturgia ambrosiana.

È stato Chicco Cerea, lo chef del ristorante Da Vittorio, con le mitiche tre stelle della guida Michelin a Brusaporto (Bergamo), a firmare il menu della cena dell'ex presidente Usa Barack Obama, all'Istituto per gli Studi di Politica Internazionale di Milano. Non è dato sapere se i genovesi si sottoporranno all'esborso - da quasi mille euro a testa - per un contatto più ravvicinato, si fa per dire, con l'ex presidente americano a cena. Il suo aereo è infatti atterrato a Linate questa mattina alle 12 e alloggerà al Park Hyatt, l'hotel di fianco alla Galleria, lo stesso che ospitò la moglie Michelle durante la sua visita all'Expo. Per quattro giorni, si affronteranno temi legati al cibo e all'innovazione nel settore alimentare: si parlerà di diritto al cibo, sostenibile, sano e alla portata di tutti; in una parte espositiva della fiera, invece, si avvicenderanno start-up e aziende, per presentare le proprie innovazioni tecnologiche.