La "Quarto Savona Quindici" della scorta di Falcone è tornata a Palermo

La

Anche la Filca Cisl Palermo Trapani sarà presente alla manifestazione "Rendiamo onore - ha detto Paolo D'Anca segretario generale Filca Cisl Palermo Trapani - a questi uomini che hanno sacrificato la loro vita per lo Stato".

Lo scopo del programma è quello di onorare la memoria di Falcone e Borsellino, fra i più grandi eroi di Stato del nostro Paese, e delle altre vittime che hanno perso la vita durante le due stragi. I luoghi di "FALCONEeBORSELLINO" saranno raggiunti con numerosi collegamenti in una forma quasi documentaristica che unisce narrazione, scrittura teatrale e racconto di cronaca, alla quale parteciperanno testimoni, superstiti e familiari delle vittime oltre agli artisti presenti.

E' il simbolo di uno degli eventi più terribili della storia d'Italia.

Alle 9, presso l'aula bunker del carcere Ucciardone, si terrà un convegno con la presenza del capo dello Stato, del presidente del Senato, dei ministri dell'Istruzione e dell'Interno. Le partecipazioni musicali degli Avion Travel, Carmen Consoli, Fiorella Mannoia e Giuliano Sangiorgi accompagneranno la serata come fossero salmi civili.

Sono i partecipanti a due progetti internazionali curati dalla Fondazione Falcone e dall'associazione InformaGiovani che si trovano in città per studiare l'esperienza palermitana relativamente allo sviluppo di percorsi e strumenti di educazione sui temi della legalità, della lotta contro le discriminazioni e la violenza e per l'integrazione. Inoltre saranno presenti gli attori Pierfrancesco Favino, Beppe Fiorello, Ottavia Piccolo, Michele Placido, Vittoria Puccini, Isabella Ragonese, Francesco Scianna e Luca Zingaretti. Fino al nuovo giardino IV° Savona 15 di Capaci, dove si concluderà la serata sulle note del Maestro Nicola Piovani con i musicisti dell'Orchestra Giovanile Siciliana.

Il 23 maggio 1992, infatti, Giovanni Falcone viene ucciso dalla mafia in un'esplosione insieme a sua moglie Francesca Morvillo, e tre agenti della scorta: Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro.