La marijuana "light" è ora legale in Italia

La marijuana

Recentemente presentata alla fiera della Canapa e pronta ad arrivare in commercio, Eletta Campana possiede inoltre elevati livelli di cannabidiolo, altro principio attivo contenuto nelle foglie che garantirebbe effetti rilassanti e sedativi, senza quella componente di sballo resa impossibile dall'incapacità dell'organismo umano di metabolizzare una sostanza presente ad un dosaggio inferiore alla fatica soglia.

Il suo nome scientifico è invece Eletta Campana, una varietà di cannabis con un valore di THC (tetraidrocannabinolo, principio psicoattivo della marijuana) inferiore allo 0,6 per cento, il limite di legge.

A suggerire di portarla in Italia è stata Easyjoint, azienda emiliana che la distribuisce, ispirata dal boom che si è avuto in Svizzera, dove la marijuana light è venduta in pacchetti, come le sigarette di tabacco. Va però detto che in Svizzera il limite di THC consentito è dell'1%. Si può usare come il tabacco, ovvero fumarlo, oppure assumerlo come tisana. Il prodotto ha potuto persino essere presentato alla Fiera Internazionale della Canapa di Casalecchio di Reno in provincia di Bologna.

Da qualche ora sarà possibile acquistare marijuana legale in Italia: non siamo impazziti e la politica non ha dato alcun lasciapassare frettoloso.

"Il CBD così elevato consentirebbe un'efficacia maggiore di rilassamento, combatterebbe il mal di testa, i dolori mestruali e quelli articolari". È un potente antiossidante e aiuta chi soffre di malattie di carattere degenerativo. "Le diverse varietà di canapa industriale, invece, sono monoiche con strutture di entrambi i sessi sulla stessa pianta", ha dichiarato Luca Merola, come riportato da la Repubblica.

Si tratta insomma la prima marijuana vendibile e in autunno, fanno sapere, verranno lanciate sul mercato altre varietà. "Nei tre giorni di Indica Sativa Trade lo scorso fine settimana la vendita è stata positiva per l'effetto novità e per aver recuperato una qualità di canapa esistente seguendo la tendenza della vicina Svizzera".

L' azienda raccomanda di farne sempre e comunque un uso responsabile. Inoltre ha un prezzo molto competitivo: si presenta al pubblico in confezioni da 8 grammi che costano "solo" 17 euro l'una.