La Corea del Nord è pronta a un nuovo test nucleare

La Corea del Nord è pronta a un nuovo test nucleare

Le autorità nordcoreane starebbero rafforzando la critica della Cina, perché ritengono che Pechino debba tornare nuovamente a toni più conciliativi, citando fonti dell'amministrazione di Pyongyang: "Il regime è ben consapevole del fatto che la Cina non si arrenderà mai alla Corea del Nord (...) Pertanto, il regime critica strategicamente la Cina in modo da poter dire ai residenti Che "La Cina si è arresa alla nostra posizione forte" quando la Cina cambierà il suo atteggiamento tornando ad una politica di conciliazione". La Cina è da sempre contraria all'installazione del Thaad (Terminal High-Attitude Area Defense System): il timore che possa interferire con i suoi sistemi balistici.

Questo, in particolare, dopo che bombardieri strategici B-1B hanno condotto voli di addestramento nella zona assieme alle forze aeree giapponesi e sudcoreane.

La Cina ha chiesto lo stop immediato al dispiegamento del sistema antimissile americano in Corea del Sud. Tensione alle stelle, quindi, malgrado l'annuncio del presidente degli Stati Uniti Donald Trump di essere disponibile ad incontrare Kim Jong Un, aggiungendo che sarebbe "onorato" di farlo.

Pyongyang ha risposto direttamente alle minacce di Pechino di una possibile sospensione delle forniture di petrolio greggio in caso di provocazioni nordcoreane o di una sesta prova nucleare.

Ieri il presidente americano ha fatto scalpore aprendo alla possibilità di un incontro con Kim. Parlando a Bloomberg News nel corso di un'intervista Trump ha detto: "Lo incontrerei sicuramente e ne sarei onorato".

Dopo le dichiarazioni di Trump, però, la Casa Bianca ha chiarito che, prima di un eventuale incontro tra i due leader, la Corea del Nord deve soddisfare numerose condizioni, al momento inesistenti. Gli Usa nelle ultime settimane hanno già dato altre dimostrazioni di forza, come l'invio di un gruppo di navi da guerra capeggiate dalla portaerei Carl Vinson e del sottomarino nucleare USS Michigan nelle acque sudcoreane.

Solo due giorni fa la Corea del Nord aveva messo in atto l'ennesimo test missilistico diretto verso il mare del Giappone.