Kuwait, Amore, non terrorismo: spot della compagnia telefonica

Kuwait, Amore, non terrorismo: spot della compagnia telefonica

Un terrorista solitario curvo sui suoi strumenti di morte, intento a confezionare una cintura esplosiva.

Oltre alla trama della pubblicità, a sorprendere gli osservatori è che a realizzare lo spot sia stata la compagnia telefonica del Kuwait e che la diffusione avvenga in occasione del Ramadan: la principale festività del mondo musulmano. L'ambiente cupo viene rotto all'improvviso dalla voce di una bambina che sul suo quaderno scrive: "Dirò tutto a Allah, che avete riempito i cimiteri con i nostri bambini e svuotato i banchi di scuola". Il tutto sulle note della pop-star locale Hussain al Jassmi.

Gli attori interpretano familiari delle vittime, religiosi, persone sopravvissute agli attentati che cercando di far capire al kamikaze che la fede deve percorrere altre strade, non quella delle bombe. Alla fine del video il terrorista decide di non farsi esplodere.

Lo spot ha sfruttato anche immagini reali, provenienti direttamente dai luoghi degli attentati terroristici.

"Onora il tuo Dio con l'amore, non con il terrore". "Confrontati col tuo nemico con la pace e non con la guerra", continua la melodia mentre il cantante aiuta il kamikaze a rialzarsi. Anzi, l'innesco fa partire i fuochi d'artificio per la festa di matrimonio delle primissime immagini.

"Adora Dio con l'amore e non con l'odio" si legge nello spot. Il video ha fatto il giro del web e ha lanciato un messaggio importante in vista del Ramadam, il momento dell'anno più sacro per i musulmani. Assieme ai tanti giudizi positivi non sono mancate le critiche: da parte di chi, ad esempio, contesta la presenza nello spot delle vittime degli attacchi terroristici, altri invece lo considerano una rappresentazione semplicistica degli attentatori suicidi.