Jorge Lorenzo partirà dalla terza fila del GP di Spagna

Jorge Lorenzo partirà dalla terza fila del GP di Spagna

Assieme a lui dovranno disputare la Q1 anche Danilo Petrucci, tredicesimo, e Andrea Dovizioso, che non riesce a migliorarsi abbastanza rispetto alla prima giornata. "Penso che già ad Austin siamo migliorati, ho centrato il sesto posto in qualifica e poi in gara sono rimasto solo pochi secondi dietro ad Andrea Dovizioso, abituato da tempo alla DesmosediciGP" commenta Jorge Lorenzo ai microfoni di Sky Sport MotoGp. Anche se al momento la moto non è perfetta per il mio stile di guida riesco a migliorare, andiamo sempre un po' più veloce.

"Ogni volta che salgo sulla Desmosedici ho un feeling sempre migliore e, anche se abbiamo ancora tanto lavoro da fare, soprattutto con le gomme usate e pensando al futuro, oggi abbiamo finito la giornata in modo positivo e sono stato il primo pilota Ducati con il quarto miglior crono -prosegue il pilota maiorchino -". Siamo fiduciosi sul feeling con la moto finalmente. Quest'anno lo spagnolo è consapevole che la situazione è diversa e questo non è il tracciato più favorevole alla Ducati, ma nelle sue parole traspare fiducia. Speravo fosse più facile ma la Ducati è una moto speciale. "La cosa più importante è la mia consistenza e il fatto che mi sento forte sulla mia moto".

Restando in tema di tecnica, siete praticamente tutti d'accordo sul fatto che aver vietato le ali aerodinamiche abbia influito poco (53%) o niente (25%) sui risultati in pista.

Dopo tre gare disputate, alla vigilia di Jerez i piloti Ducati hanno le idee chiare.

Jorge Lorenzo è pronto a schierarsi per la prima volta con la Ducati DesmosediciGP in una gara europea. Significa che stiamo mantenendo una buona progressione e domani vedremo se riusciremo anche a portare a casa un buon risultato in gara.