Insinna: 'Mi vogliono in politica, ci sto pensando'

Insinna: 'Mi vogliono in politica, ci sto pensando'

C'è da dire che l'inizio della "battaglia" è partita dalla trasmissione di Antonio Ricci, mostrando filmati piuttosto volgari del conduttore, che ha voluto rispondere per le rime con parole molto forti.

Nuovo attacco di Striscia la Notizia la Notizia a Flavio Insinna, che secondo il tg satirico, è "a corto di argomenti" e "cerca di azzerare i fuori onda sul suo comportamento in studio durante le registrazioni di Affari tuoi, dove arriva a spingere per taroccare la trasmissione eliminando il pacco X e alterando la scelta dei concorrenti".

Bianca Berlinguer chiede a Insinna il motivo di tanto astio di Striscia la notizia nei suoi confronti e non, ad esempio, nei confronti dei conduttori che lo hanno preceduto alla guida del programma di Raiuno. "Un giorno diceva "Oggi siete tutti stressati, vi vedo tutti svogliati"...poi ha indicato me e ha detto "Guarda questo, è entrato che aveva i capelli tipo Angelo Branduardi e ora guardate come si è ridotto", ha raccontato l'uomo sostenendo addirittura di una sorta di doppia personalità di Insinna. "Se io vado in un posto, cerco di aiutare".

"Quindi - conclude - è stato anche stabilito da un tribunale che Striscia non ha mai diffamato Affari tuoi".

Potrebbe esserci la politica nel futuro di Flavio Insinna. Mi dispiace, si vuole banalizzare il mio messaggio. Mi vergogno ogni minuto di quelle parole. Mi vergogno, mi vergogno, mi vergogno.

Lo staff di Antonio Ricci prosegue: "Una precedente sentenza del 14 ottobre 2013 emessa dal gup del tribunale di Roma aveva deliberato: 'L'intero format di Affari tuoi aveva scelto tecniche procedurali e tecniche di controllo che non garantivano la dovuta trasparenza'". Bastavano le scuse fatte col cuore per chiudere la questione, gà giorni fa, ma anche il suo arrivo nel programma di Rai3 non è destinato a cambiare le cose. Cosa farò ora? Non lo so, ma non entro in politica'. Non dice però che Striscia ha sempre avuto dei competitor, da Enzo Biagi a Simona Ventura, da Antonella Clerici a Fabrizio Frizzi, da Pupo a Max Giusti fino ad Amadeus, ma con nessuno c'è mai stato alcuno screzio, forse perché si è sempre trattato di brave persone. Affari Tuoi non è più in onda, l'odio è personale. La volta scorsa ho detto che voglio vivere in un Paese gentile, non ho detto gentile come me.