Il vicario del Papa per Roma è il pugliese Angelo De Donatis

Il vicario del Papa per Roma è il pugliese Angelo De Donatis

Qualcuno già allora cominciava a intuire la volontà anticipata del Papa di conferirgli questo incarico, come in parte accaduto anche per il nuovo presidente della Cei Gualtiero Bassetti, di cui Francesco aveva rinnovato la guida dell'arcidiocesi di Perugia nonostante l'età avanzata, e come potrebbe avvenire anche per la scelta dell'arcivescovo di Milano, puntando su un altro "pastore con addosso l'odore delle pecore", scrive La Stampa. Ma il Papa ha sorpreso tutti e ha deciso di scegliere come suo vicario mons. Lo scrivonoFilippo Maria Boscia e il card. "Prete romano fin nel midollo", a avuto a definirlo il cardinale Agostino Vallini, che oggi, 77enne, lascia a De Donatis il ruolo di vicario.

E proprio nell'impegno nei confronti del clero Francesco avanza, ancora parlando a braccio, una richiesta specifica al nuovo vescovo, alla vigilia del Giubileo della misericordia: "Ti chiedo - come fratello - di essere misericordioso". Assistente spirituale dell'Associazione "Don Andrea Santoro" dal 2007, dedicata cioè al sacerdote fidei donum ucciso in Turchia nel 2007, prima di diventare vescovo nel 2015 fu anche assistente per la diocesi di Roma dell'Associazione Nazionale Familiari del Clero e parroco in San Marco Evangelista al Campidoglio. "Ascoltali volentieri e con pazienza" sottolinea il Pontefice: "Tante volte ci vuole tanta pazienza, ma per il Regno di Dio si fa così!". Con parole, sì: ma soprattutto con il tuo atteggiamento. Alunno prima del seminario di Taranto e quindi del Pontificio Seminario Romano Maggiore, ha conseguito la licenza in teologia morale presso la Pontificia Università Gregoriana. Nel suo ministero ha svolto diversi incarichi: dal 1980 al 1983, è stato collaboratore nella parrocchia di San Saturnino e insegnante di Religione; dal 1983 al 1988, vicario parrocchiale della medesima parrocchia; dal 1988 al 1990, addetto alla Segreteria Generale del Vicariato e vicario parrocchiale nella parrocchia della SS. Annunziata a Grottaperfetta; dal 1989 al 1991, è stato archivista della Segreteria del Collegio Cardinalizio; dal 1990 al 1996, Direttore dell'Ufficio Clero del Vicariato di Roma.