Il Trono di Spade: Gli spin-off in sviluppo sono 5

Il Trono di Spade: Gli spin-off in sviluppo sono 5

La prima clamorosa rivelazione riguarda il numero di progetti, che non saranno quattro come svelato da HBO, ma cinque.

Lo scrittore e sceneggiatore George R.R. Martin, creatore del celebre ciclo di romanzi fantasy "Cronache del ghiaccio e del fuoco" nonché produttore esecutivo della serie TV adattamento dei suoi libri targata HBO, ha condiviso sul suo blog alcuni importanti dettagli sui progetti futuri riguardanti proprio "Game of Thrones".

L'identità dell'ultimo sceneggiatore arrivato, che si aggiunge a Jane Goldman (X-Men), Brian Helgeland (Mystic River), Carly Wray (Mad Men) e Max Borenstein (Godzilla, Kong: Skull Island), non è stata resa nota dallo scrittore, il quale si è limitato a definire questo "un'aggiunta straordinaria", "un bravo ragazzo e un buon scrittore". Nonostante il silenzio, però, George R.R. Martin ha affermato che sia lui che gli esperti di "Game of Thrones", Elio Garcia e Linda Antonsson, non conoscono nessun altro che sia competente e ami Westeros come fa il misterioso personaggio che, pur se ignoto, appare come una solida garanzia.

Per farla breve: HBO, Martin e diversi autori stanno lavorando a cinque sceneggiature per cinque diverse puntate pilota.

Gli spin-off inoltre non riguarderanno la storia di Dunk & Egg: lo scrittore infatti non vuole ripetere l'errore fatto con Il Trono di Spade, e preferisce continuare a scrivere i racconti di quella serie senza l'ansia di dover aspettare o venir superato da un prodotto televisivo.

In tutto ciò, Martin ha confermato come lo spin-off di Game of Thrones sarà un prequel e non un sequel. Alcuni potrebbero anche non essere ambientati a Westeros.

Quello di cui stiamo discutendo sono nuove storie ambientate in una sorta di "universo secondario" di Westeros e il mondo precedente, quel mondo che ho creato per Cronache del ghiaccio e del fuoco. Che per parlarne non usa il termine spin-off, ritenendolo non appropriato.

Cosa potrebbe mai volere Jax Teller dai nobili che popolano Approdo del Re? Alla fine, sicuramente, mi piacerebbe, come a molti di voi. Non voglio che si ripeta quanto accaduto con Game of Thrones, dove la serie tv è andata avanti rispetto ai libri.

Oltre a ciò, viene anche annunciato che non verrà trattata nemmeno la ribellione di Robert Baratheon. "Non è una storia che vorrei raccontare ora; avrebbe il sapore di una storia raccontata due volte".