Il Sassuolo gioca a tennis con il Cagliari: 6-2

Il Sassuolo gioca a tennis con il Cagliari: 6-2

E sono contento per il rientro di Magnanelli. Una battuta d'arresto pesantissima per gli isolani, sembrati con la testa già in vacanza, ma che non ha nessuno riflesso sulla graduatoria. All'81' i sardi reclamano un calcio di rigore che è apparso netto quando Faragò liberato da un bel tocco di Sau è stato atterrato da Consigli dopo una probabile spinta di Acerbi ma l'arbitro Valeri ha deciso di non assegnare la massima punizione. La squadra di Rastelli nel giro di un quarto d'ora si ritrova sotto di tre reti: prima capitan Magnanelli torna al gol con una gran conclusione dalla distanza, poi Domenico Berardi sfrutta uno sgangherato rinvio di Rafael controllando il pallone e scaraventandolo nella rete quasi sguarnita, per finire Politano con un'altra gran conclusione da lontano indovina l'angolo dove il portiere rossoblu non può arrivare.

Meglio di così, al Mapei Stadium, non si poteva chiudere. L'unico, oltre ai lungodegenti, a non aver recuperato e' Gabriel che per un fastidio al ginocchio destro non e' stato convocato nemmeno per la gara di domenica scorsa contro l'Empoli. Nel st 11' Iemmello (rigore), 15' Ionita, 45' Matri. I padroni di casa non si fermano e al minuto 12 raddoppiano: pessimo disimpegno di Rafael, che serve Berardi. All'ora di gioco, il mai arrendevole Cagliari accorcia ulteriormente le distanze: autore dell'incredibile 5-2, il neo-entrato Ionita, che tutto solo in area emiliana non si fa pregare. Alternando lampi improvvisi a giustificabili momenti di pausa, ancora Sassuolo in evidenza, con Politano che al 77' tenta un pallonetto sventato, ottimamente, da Rafael.

Un ottimo Sassuolo ha dominato il primo tempo dell'ultima partita al Mandi Stadium, contro il Cagliari di mister Rastelli. Motivo in più - chiude Di Franceco - per provare a farne sei in queste ultime due gare che ci restano da giocare.