Il cane sparisce dal treno, il padrone è disperato

Il cane sparisce dal treno, il padrone è disperato

Serve l'aiuto di chiunque abbia informazioni utili a ritrovarlo. La città si è mobilitata per cercare Rochi, il cagnolino meticcio che tre giorni fa è sceso dal treno dove si trovava con il suo padrone, diretto a Lampedusa.

Non si sa dove possa essere andato da solo e che pericoli possa trovarsi ad affrontare, nell'evidente stato di smarrimento in cui si trova adesso il quattro zampe senza più punti di riferimento. "Ho 72 anni. Vi prego, aiutatemi a ritrovare il mio amico Rocky".

Il padrone di Rochi ha fatto un'appello sulla pagina Facebook del Comune di Grosseto: "Non ho altra compagnia, sono solo". Al momento non ci sono fotografie disponibili, ma dalla descrizione che ne dà l'anziano si tratta di un cane di medie dimensioni, circa dodici chili di peso, color marrone chiaro. Per tale ragione, i volontari starebbero pensando di utilizzare delle gabbiette ma soprattutto stanno organizzando un viaggio del proprietario di Rochi, un pensionato 72enne, che da Lampedusa raggiungerà Grosseto. L'ultima segnalazione riferisce di un avvistamento sulla Serenissima, mentre che correva dall'ospedale nei campi vicini. "Così il cane vedendolo si può tranquillizzare perché ora scappa impaurito, come una lepre", ha commentato la responsabile provinciale dell'associazione per la protezione degli animali.

Era in viaggio verso Napoli insieme al suo cagnetto Rochi, ma quando il treno si è fermato alla stazione di Grosseto e le porte si sono aperte Rochi è sceso ed è sparito. Il cane è microchippato - ha dichiarato la Presidente dell'ENPA Marlena Greco Giacolini - Come ENPA lo stiamo cercando in mezza Italia. A supporto del lampedusano anche la polizia municipale di Grosseto e l'Enpa.