Hayden "sempre in condizioni gravissime", aperta un'inchiesta sull'incidente

È quanto fa sapere l'ospedale Bufalini di Cesena, dove il pilota è ricoverato "nel reparto di Rianimazione in prognosi riservata". "È sbucato fuori a sorpresa, non l'avevo visto", gli avrebbe raccontato l'investitore, aggiungendo: "Non riesco a pensare ad altro e prego per Hayden". Il conducente della vettura, che al momento non risulta essere indagato, è stato sottoposto all'alcol test, che ha dato esito negativo. Hayden sarebbe uscito da una strada laterale, via Cà Raffaelli, all'altezza dello stop. Una tragedia per tutti, anche per il 30enne che era al volante della propria automobile per recarsi al lavoro quando si è verificato l'incidente con Nikcy Hayden: visibilmente scosso, l'uomo, come confermato dalla nonna, si è recato dal proprio medico di famiglia proprio per le sue condizioni di salute in seguito allo shock subito. Tra le cause dello scontro potrebbe esserci stato un mancato rispetto dei segnali stradali mentre sul luogo dell'incidente è stato ritrovato un iPod accesso: possibile che Hayden stesse ascoltando la musica mentre pedalava.

Il CIV, infatti, ha emesso il seguente comunicato: "Le condizioni cliniche di Simone Mazzola sono gravi ma stabili".

Accanto a lui rimangono mamma Rose, il fratello maggiore Tommy e la fidanzata Jackie, ma anche alcuni membri del team Honda Red Bull World Superbike con cui corre dall'inizio della passata stagione dopo aver abbandonato la MotoGP. Voci non confermate parlano di un aumento della superficie dell'edema cerebrale nelle ultime ore che peggiorerebbe, nel caso, il quadro clinico.