Gran Bretagna, attacco hacker ai pc degli ospedali: chiesto "riscatto" in bitcoin

Gran Bretagna, attacco hacker ai pc degli ospedali: chiesto

Diverse compagnie hanno chiesto ai dipendenti di spegnere i computer per evitare di essere attaccati. NHS Merseyside, che gestisce numerosi ospedali nell'Inghilterra nord-occidentale, ha scritto su Twitter che l'attacco è stato condotto con un ransomware, cioè un virus che limita l'accesso del dispositivo infettato, chiedendo un riscatto per rimuovere la limitazione e "liberare" i dati. Nel frattempo, riferisce sempre Bbc News, il virus si è diffuso anche negli Usa, Cina, Vietnam, Taiwan e altri Paesi. Il "malware" non ha ancora un'origine nota. Secondo quanto riporta il Guardian i protagonisti delle azioni illecite sono stati degli hacker che hanno fatto andare in tilt i computer delle strutture di cura. Alcune ambulanze sono state deviate verso altri ospedali non colpiti dall'attacco. Ma pagare potrebbe essere inutile: non è assolutamente detto che i criminali rilascino i codici di sblocco dopo aver incassato le somme. Maxi attacco hacker mondiale: virus "Wannacry" chiede il riscatto, ospedali britannici in tilt.

Tutti i diritti di utilizzazione economica previsti dalla legge n. 633/1941 sui testi da Lei concepiti ed elaborati ed a noi inviati per la pubblicazione, vengono da Lei ceduti in via esclusiva e definitiva alla nostra società, che avrà pertanto ogni più ampio diritto di utilizzare detti testi, ivi compreso - a titolo esemplificativo - il diritto di riprodurre, pubblicare, diffondere a mezzo stampa e/o con ogni altro tipo di supporto o mezzo e comunque in ogni forma o modo, anche se attualmente non esistenti, sui propri mezzi, nonché di cedere a terzi tali diritti, senza corrispettivo in Suo favore. Ma che se fosse confermato come l'origine dell'intrusione, rivelerebbe gli scarsi controlli di sicurezza nelle divisioni IT del mondo intero, anche in strutture sensibili.