Google Fuchsia non sostituirà Android, almeno non adesso

Google Fuchsia non sostituirà Android, almeno non adesso

Nonostante Google abbia provato in ogni modo ad incoraggiare gli sviluppatori a creare app di alta qualità, tali sforzi non sono stati sufficienti: in arrivo "punizioni" per quelle app che non rispettano i parametri di qualità. Ma era inevitabile che qualcuno chiedesse dettagli e spiegazioni su quello che sarà il nuovo sistema operativo di Mountain View. Fuchsia è un progetto sperimentale in fase iniziale. "Ma, fondamentalmente, è un progetto indipendente da Android" è stata la risposta, non risposta, di Burke. Come tutti voi sapete bene, Google lavora a molti progetti e buona parte di loro, al momento, è in stato embrionale.

Imbattendosi in quest'app nei risultati di ricerca, anche ingannati dal logo, ci si aspetterebbe di venire avvisati dell'errore da recensioni negative e commenti delusi: questo falso Messenger, invece, conta oltre un milione di download e una media voti ampiamente positiva (si assesta al 4.1, perfino superiore al Messenger originale): un ulteriore segno, qualora ce ne fosse bisogno, che il sistema di controllo del Play Store ha decisamente bisogno di qualche miglioramento. Penso che sia interessante il fatto che è open source, così la gente può vederlo e commentarlo.

Fuchsia insomma potrebbe essere soltanto uno degli innumerevoli progetti di Google potrebbe anche non vedere la luce o semplicemente modificarsi ripetutamente prima di diventare realtà.

Per esempio Google ha mostrato che la nuova versione 8.0 permette di ottenere prestazioni migliori del 119% sull'applicazione Google Sheets rispetto alle precedenti versioni di Android. Con questo obiettivo Big G ha lanciato Android Go, una versione "alleggerita" del sistema operativo, ed elaborata per dispositivi meno avanzati e per aree geografiche dove la connessione a internet è quasi inesistente o molto lenta.