Giro, vince sempre lo straniero: ad Alberobello volata ad Ewan

Oggi si arriva a Peschici, al termine di una frazione che verrà corsa interamente in territorio pugliese, partendo da Molfetta, che è all'esordio come città di partenza nel Giro. Il giovane (22 anni) velocista del Team Orica-Scott piazza una volata d'autore in Puglia, precedendo per questione di centimetri il colombianoFernando Gaviria (Quick-Step Floors) e l'irlandese Sam Bennett (Bora-Hansgrohe). Il gruppo maglia rosa aumenta progressivamente il ritmo in caccia della coppia di testa riuscendo ad annullare la fuga a 20 km dal traguardo. Classifica generale invariata, con il lussemburghese Bob Jungels (Quics-Step Floors) ancora in maglia rosa.

"Qui non perdiamo le occasioni - ha aggiunto Emiliano -, davvero è uno sforzo organizzativo enorme quello che la Puglia ha fatto assieme agli organizzatori del Giro e ad Rcs e ovviamente ringraziamo tutti per lo spettacolo meraviglioso che la Puglia e i pugliesi stanno dando al mondo intero".

La tappa è stata caratterizzata da una fuga cominciata dai primissimi chilometri con protagonisti Giuseppe Fonzi della Wilier Triestina Selle Italia e Dmitrij Kozontchuk corridore della Gazprom RusVelo. A lui è stata consegnata la classica bandiera rosa, utilizzata da questi per dare il via ai "girini" su via Roma, prima dello start di partenza avvenuto pochi minuti più tardi nei pressi di Contrada Pietà dopo che gli stessi hanno attraversato, compatti, più zone di Castrovillari, salutando, così, la città che li ha accolti con entusiasmi ed affetto. Ad ogni modo il giro d'Italia è anche fatica, coraggio, tensione.

Un Giro troppo immobile che nel suo centenario non riesce a trovare soddisfazioni nei corridori italiani che dopo sette tappe ancora non sono saliti sul gradino più alto del podio. Raccolto nei primi cinque posti quanto di meglio può offrire il Giro in materia di sprint, un arrivo al fotofinish che fa felice Ewan, al primo successo al Giro, e che lascia l'amaro in bocca a Gaviria, autore di una strepitosa rimonta che lo ha visto sgusciare nel traffico fino ad arrivare a un soffio dal terzo successo. Nibali s.t. 5. Pozzovivo s.t. 6. Mollema (Ola), 9. Van Garderen (Usa), 10. Dumoulin (Ola); 7. Quintana (Col); 8. Amador (C.Rica); 11. Pinot (Fra); 12.