Giro:17/a tappa, a Canazei vince Rolland

Giro:17/a tappa, a Canazei vince Rolland

Tra i favoriti per la vittoria di tappa ci sono dunque Luis Leon Sanchez (Astana), ieri primo a transitare sulla Cima Scarponi del Mortirolo, Philip Deignan e Vasil Kiryienka (Team Sky), Joe Dombrowski (Cannondale Drapac), Omar Fraile (Dimension Data), ma anche i nostri Enrico Battaglin (Lotto NL Jumbo), Davide Villella (Cannondale Drapac), Salvatore Puccio (Team Sky), Simone Petilli e Valerio Conti (UAE Team Emirates).

L'olandese Tom Dumoulin ha conservato la maglia rosa indossata il 16 maggio scorso, dopo la cronometro del 'Sagrantino', vinta sulle strade dell'Umbria. Inoltre, sarà possibile seguire il live della gara anche su Eurosport 1 dalle ore 13.15, con il commento di Salvo Aiello e Riccardo Magrini (per la Rai, invece, a raccontare il Giro d'Italia 2017 sono Francesco Pancani e Silvio Martinello). Piazzata tra due tapponi alpini, e con un percorso che nei primi chilometri prevedeva la scalata dell'Aprica e del Tonale, era la tappa perfetta per chi avesse avuto il coraggio di provarci.

La discesa ci porterà fino a Mezzana, poi ci attenderanno molti chilometri di falsopiano, anch'essi comunque con tendenza a scendere, intervallati da brevi strappi come ad esempio quello che ci porterà al traguardo volante di Cles al km 105,7.

Nel frattempo i tre evasi sull'Aprica vengono via via raggiunti dai quaranta all'inseguimento: prima tocca a Rolland, quindi a Brutt e infine a Matej Mohoric, raggiunto a 60 km dall'arrivo. I corridori infatti vengono ripresi a metà tappa, ma non dal gruppo maglia rosa. Nel frattempo si screma anche il gruppone dei contrattaccanti, nel quale sopravvivono in 25.

Rolland si muove da solo, la sua azione è efficace. Ancora una volta beffato, quindi, il grande favorito di giornata Rui Costa che si accontenta ancora una volta della seconda posizione, come una settimana fa a Bagno di Romagna. L'attuale maglia rosa ha il compito di limitare i danni in vista dell'impegnativa tappa di domani.