Genoa, Preziosi pronto a lasciare

Genoa, Preziosi pronto a lasciare

Chiusura sul calcio 'spezzatino': "Quando c'è in ballo la regolarità del campionato non si può guardare ai contratti firmati e alle esigenze televisive". Il numero uno genoano ha inoltre affrontato il discorso cessione del club dichiarando come sia pronto a fare un passo indietro e lasciare la proprietà in mano a qualcun'altro: di seguito le sue dichiarazioni a riguardo.

"Preziosi? Lo vedo ogni settimana, ho sempre detto che non ho mai avuto problemi con lui, parleremo di tutto e poi anche lui prenderà le decisioni che deve prendere". Ho raggiunto l'età per potermi ritirare, anche per via della salute. "Ho esonerato Juric perché era impossibile tenerlo dopo la cinquina rimediata con il Pescara, ma poi si sono create le condizioni per richiamarlo e lo ringrazio per il lavoro fatto", ha concluso Preziosi. Un torneo di basso livello quello 2016/2017, con tre squadre che si sono di fatto staccate fin da subito in basso salvo che cercare di recuperare (il solito Crotone) nel finale.

Nella prossima stagione rivedremo Juric in panchina? Il problema è trovare un serio acquirente o una società che ha interesse a portare avanti il progetto. "Di contatti ce ne sono, alcuni sono stati già bocciati, ma spero di affidare questa società in mani sicure". Un pensiero anche per l'ex Gasperini, autore di un'impresa con l'Atalanta: "Penso che sia uno dei migliori allenatori in Italia. Non ho rimorsi e non sono rammaricato".