Genoa, Juric sprona alla cattiveria: "Dobbiamo pensare solo a vincere"

Il Torino non vince contro il Genoa al Ferraris dal lontano 13 settembre del 1981: la gara terminò 0-1.

Conferenza stampa di Ivan Juric alla vigilia di Genoa-Torino, partita chiave per la salvezza: "Ci siamo preparati al meglio, poi verificheremo domani". Genoa e Torino si affrontano con in palio tre punti che per i granata significano riscatto dopo la brutta prestazione contro il Napoli e soprattutto rivincita dopo la storica partita del 2009 nella quale la vittoria proprio del Genoa condannò il Toro la retrocessione. Ho ancora due dubbi di formazione. Il lavoro, lo ripeto, era stato fatto bene però accettiamo tutto.

Lo stato comatoso in cui versano i rossoblù ha comunque regalato sussulti degni di nota suggerisce Juric: "Non penso che possa andare male". Con il presidente siamo d'accordo sulla analisi. Negli ultimi tempi abbiamo fatto cose che non ci aspettavamo: la vittoria con l'Inter e il pareggio con la Lazio ad esempio; alternandole a partite in cui potevamo fare di più e meglio. "Simeone? Ha ripreso ad allenarsi da poco, ma lo forzeremo affinché sia in campo". Giochiamo in casa, daremo tutto. Dobbiamo essere bravi dal punto di vista mentale rivolgendo ogni attenzione al campo. "Il nostro unico pensiero dovrà essere quello di vincere i contrasti, di creare superiorità numeriche, di attaccare ricordandosi che siamo sempre 11 contro 11".

"Gli accertamenti hanno evidenziato come il terzino abbia riportato un importante trauma contusivo con interessamento del muscolo massetere destro, che necessita di riposo e terapia farmacologica specifica".