G7: si apre il vertice a Taormina, confronto in salita tra leader

G7: si apre il vertice a Taormina, confronto in salita tra leader

I leader si trasferiranno poi all'hotel San Domenico, dove alle 13 è previsto un working lunch.

Si apre oggi a Taormina il 43.mo vertice del G7, con i leader delle sette nazioni più sviluppate del mondo, Stati Uniti, Giappone, Germania, Francia, Regno Unito, Italia e Canada. Diversi punti di questa dichiarazione che abbiam firmato rafforzano la cooperazione tra le sette maggiori economie del mondo occidentale su diverse questioni, a cominciare dalla collaborazione che dobbiamo mettere in campo per controllare globalmente ciò che circola in rete, che spesso è l'anticamera delle azioni terroristiche. A fare gli onori di casa, il Presidente del Consiglio italiano Paolo Gentiloni.

"Al G7 chiediamo risultati, sappiamo che non sarà un confronto semplice ma lo spirito di Taormina ci può aiutare nella direzione giusta", ha dichiarato in un video messaggio il presidente del Consiglio. A chiarirlo è il presidente della Commissione Ue, Jean-Claude Juncker, in merito alle differenze fra Usa ed Europa sul cambiamento climatico.

Dopo Donald Trump anche la cancelliera Angela Merkel è arrivata all'aeroporto di Sigonella per partecipare al vertice.

"Un bilancio commerciale non è né buono né cattivo", ha detto il portavoce del governo tedesco Georg Streiter, rispondendo alla domanda se il surplus commerciale tedesco "sia buono o cattivo".

In compagnia di Melania, Trump ha salutato dalla scaletta dell'Air Force One. La first lady, apparsa sorridente, indossava un tubino nero senza maniche.

"Buon lavoro al presidente Gentiloni e a tutti i leader del G7". Lo ha annunciato la stessa prima ministra inglese dopo aver incontrato Macron. Ma, ha ammonito Tusk, "il nostro ruolo è di fare di tutto per mantenere l'unità su tutti i fronti". Trudeau, fedele al suo stile sportivo, ha invece fatto due passi per il corso con la giacca sulle spalle. Ad annunciare l'arrivo in Sicilia è stato lo stesso presidente Usa, che ha twittato un breve video in cui viene ripresa la discesa dall'aereo della coppia presidenziale. Più formale il saluto con Abe. E bisognerà capire se e in che modo emergerà nelle discussioni di Taormina il nuovo capitolo del Russiagate, cioè il coinvolgimento del genero di Trump, il marito di Ivanka, Jared Kushner, emerso nella notte da nuove rivelazioni di Washington Post e NBC News. May, in ogni caso, avrà a disposizione solo oggi: ha deciso di anticipare la ripartenza da Taormina e salterà la seconda giornata di lavori. Lo ha detto il premier Paolo Gentiloni. Soprattutto sull'Ucraina e sulle sanzioni alla Russia. Ad arrivare in ritardo rispetto agli altri è stato il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump. Questo l'inizio del G7.

C'è anche l'emergenza clima sul tavolo del G7, con la difficile convergenza tra la posizione europea e quella di Trump che è contro gli accordi di Parigi.