"Fortunata" a Cannes, Castellitto: Madame Bovary a Tor Pignattara

Una produzione di Nicola Giuliano, Francesca Cima, Carlotta Calori, Viola Prestieri per Indigo Film distribuito da Universal Pictures International.

L'attrice ha parlato di divari sociali che esistono ancora, nonostante non si usi più il termine "classe" e ha poi approfondito ciò che la accomuna e la allontana dalla parrucchiera, che nel film ha come unico amico Alessandro Borghi, ancora in un ruolo molto sopra le righe: "Fortunata è sfrontata e io non lo sono affatto, ma quella forza un po' senza filtri che viene dalla pancia e che non è arroganza sento di averla anche io, un istinto primordiale che adesso sto sperimentando da madre tutt'altro che perfetta". Regia di Sergio Castellitto per Fortunata, mentre la sceneggiatura è stata scritta Margaret Mazzantini. Il film è stato particolarmente apprezzato alla proiezione stampa e si candida ad essere tra i più fortunati del concorso. Fino a quando nella sua vita affannata si affaccia Patrizio (Stefano Accorsi), uno psicoterapeuta infantile interpellato dal tribunale che deve decidere in merito alla custodia della piccola Barbara, un uomo che - per la prima volta - tratta Fortunata con gentilezza e pazienza, insegnandole a rispettarsi e a fermarsi, prima di riprendere la sua infinita corsa. Ci racconta di questa ragazza di periferia che non sa bene cosa vuole fare nella vita, o pensa di saperlo.

Fortunata è la nuova donna dalla vita difficile ma dalla volontà di non soccombere, protagonista di un film di Sergio Castellitto.

Un buon cast quello di Fortunata, film italiano protagonista al Festival di Cannes 2017.

Un vero e proprio periodo d'oro questo per Jasmine Trinca che sul grande schermo interpreta Fortunata, la protagonista dell'omonimo film diretto da Sergio Castellitto in cui recita al fianco di Stefano Accorsi e Edoardo Pesce.