Festa Genoa: è salvo. Rigoni-Simeone: Toro k.o

Festa Genoa: è salvo. Rigoni-Simeone: Toro k.o

Altro che vendetta per la sconfitta del 2009, che segnò lo sprofondo in B della squadra allora diretta da Camolese. La truppa di Juric batte il Torino per 2-1 e conquista la salvezza artimetica: i rossoblù nel 2017/2018 saranno ancora in Serie A. Una salvezza sudata, raggiunta al termine di un match vero. Mihajlovic si gioca la carta Maxi Lopez, al posto di Acquah, ma nonostante il possesso palla gli ospiti non riescono a impensierire la retroguardia ligure.

Cronaca. Rispetto alle anticipazioni della vigilia, Mihajlovic (sostituito in panchina da Lombardo) sceglie Iturbe e non l'ex Iago Falque nel ruolo di esterno destro del tridente a sostegno di Belotti, mentre a spingere il Genoa c'è uno stadio Marassi tutto colorato di rossoblu.

"Dopo la partita c'è stata una festa abbastanza serena, si stava bene". I padroni di casa fanno la partita, ma i ritmi sono bassi e gli errori tanti.

Lampo Rigoni, tacco Simeone: il Genoa resta in serie A. Era la 'partita della vita', l'ha vinta il Grifone, chiudendo con novanta minuti d'anticipo il capitolo salvezza, in una giornata che a Genova - sponda Genoa - oggi è davvero cominciata presto: maglie rossoblù ovunque per la città, tifosi del Grifone e Granata verso il Ferraris assieme. Punizione sul primo palo di Veloso e girata vincente di Luca Rigoni che buca Hart e fa esplodere 'Marassi'.

GENOA (3-4-1-2): Lamanna; Biraschi (32' st Ntcham), Burdisso, Gentiletti; Lazovic, Veloso, Cofie, Laxalt; Rigoni (18' st Munoz); Simeone (15' st Pandev), Palladino. All.