Elezioni in Francia, Macron denuncia: Attacco hacker, rubati email e documenti

Elezioni in Francia, Macron denuncia: Attacco hacker, rubati email e documenti

I dati trafugati (circa 9 gigabyte) sarebbero stati pubblicati da un utente che si fa chiamare EMLEAKS, su una piattaforma usata per condividere documenti in maniera anonima, chiamata "Pastebin", dove ora sarebbero presenti "mail, documenti contabili, contratti" relativi allo staff della campagna. I documenti hackerati sono stati fatti circolare "insieme a falsi documenti per seminare il dubbio e la disinformazione". "I file che circolavano sono stati ottenuti parecchie settimane da hacker in caselle di posta private e pubbliche di diversi leader del movimento", si legge in una nota. Secondo un sondaggio di Elabe per BFM-TV, Emmanuel Macron è dato vincente al ballottaggio delle presidenziali di domenica con il 62% dei voti, contro il 38% di Marine Le Pen.

Nuovo lancio di uova contro Marine Le PenIntanto, il giorno dopo la contestazione in Bretagna, Marine Le Pen è stata nuovamente contestata. Protetta dal servizio d'ordine, la leader dell'estrema destra è entrata all'interno della cattedrale di Reims. In quest'ottica un altro comunicato è stato diffuso nella notte dalla Commissione nazionale di controllo che monitora le Presidentielle 2017, che ha chiesto ai media che si stanno occupando della vicenda di non pubblicare i documenti diffusi perché in mezzo ci sono dei falsi. Il distacco aumenta quindi di 3 punti rispetto alla precedente inchiesta, condotta prima del dibattito tv. Secondo il direttore degli studi degli studi politici dell'istituto Elabe, Yves-Marie Cann, l'aumento è dovuto principalmente alla crescente quota di elettori della sinistra radicale di Jean-Luc Melenchon che decidono di appoggiare Macron: "54% di coloro che hanno votato per Melenchon esprimono un'intenzione di voto a favore di Emmanuel Macron". Ad attendere la Le Pen fuori c'è una folla di 200-300 giovani, tra cui un gruppo di militanti di gauche della "France Insoumise". "Sono 10 punti in più rispetto ad alcuni giorni fa". Oggi si moltiplicano gli omaggi alla Erhel, fra i quali quello del presidente Francois Hollande, che in un comunicato scrive: "Deputata dal 2007, era totalmente coinvolta dal suo mandato parlamentare, riuscendo al contempo a restare vicina alla gente".