Ducati raddoppia il valore e Volkswagen pensa di vendere: i possibili acquirenti

Ducati raddoppia il valore e Volkswagen pensa di vendere: i possibili acquirenti

BOLOGNA - Di nuovo voci di una possibile vendita per la Ducati.

Ripetutamente smentita dai vertici, incluso lo stesso numero uno del gruppo Volkswagen Matthias Müller, è tornata a circolare la voce di possibili cessioni. E la casa motoristica delle 'rosse' di Borgo Panigale potrebbe essere valutata fino a 1,5 miliardi di euro, o 15 volte il suo guadagno. La cessione - ventilata dall'agenzia di stampa Reuters, che cita fonti vicine al dossier - rientra nell'ottica di fare cassa e monetizzare alcuni gioielli di famiglia, per far fronte agli ingenti esborsi seguiti allo scandalo del Dieselgate. E la notizia ci ha messo poco a rimbalzare sotto le Due Torri: il segretario regionale della Fiom-Cgil, Bruno Papignani, ha postato su Facebook il testo dell'agenzia di informazione.

A Wolfsburg è da tempo in atto una revisione della strategia finanziaria, ed a questo proposito è stata incaricata la Banca di investimenti Evercore di fare una valutazione riguardo diverse opzioni. Sicuramente questo possibile "passaggio di consegne", se fosse confermato, modificherebbe i programmi della Ducati Corse in SBK ma sopratutto in MotoGP.

L'acquisto "potrebbe interessare ad aziende del settore cinesi, indiane o a investitori come il consorzio che ha acquisito la casa motoristica britannica Aston Martin", hanno proseguito le fonti. Anche per un colosso del genere, una cifra così elevata può rappresentare un enorme ostacolo, e la scelta di cedere un brand che opera in un mercato non di riferimento per il gruppo, appare logica e percorribile.

Per il momento sono solo indiscrezioni, ma per Ducati potrebbe iniziare a breve un altro capitolo della sua lunga storia.