Crognaleto. Inaugurata la scuola costruita da Ikea

Crognaleto. Inaugurata la scuola costruita da Ikea

Era stata la Protezione civile, infatti, ad individuare uno dei territori più bisognosi e, in pochissimo tempo si è subito messa in moto la macchina burocratico-amministrativa che ha consentito l'individuazione dell'area, la realizzazione del progetto e l'esecuzione della prima scuola abruzzese post terremoto.

Fitta la partecipazione di autorità che hanno partecipato all'inaugurazione, insieme a D'Alonzo, a diversi sindaci della zona, alla dirigente dell'istituto comprensivo Montorio-Crognaleto, Elisabetta Magno e all'amministratore delegato di Ikea Italia, Beélen Frau: dal presidente del consiglio regionale Giuseppe Di Pangrazio, all'onorevole Giulio Sottanelli, dal presidente della Provincia di Teramo, Renzo Di Sabatino, al sottosegretario del Ministero dell'Istruzione, Vito De Filippo alla sottosegretario della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Maria Elena Boschi.

Hanno tagliato il nastro i bambini e ragazzi del comune abruzzese che, lanciando palloncini gialli e blu, hanno aperto ufficialmente le aule che li ospiteranno. Lo rende noto il Sindaco di Crognaleto: Giuseppe D'Alonzo. "Sapere di avere l'abbraccio, e dico io l'adozione da parte di IKEA Italia, sta a significare che la scommessa la possiamo ancora vincere e metteremo tutte le forze e l'animo per raggiungere l'obiettivo, questo è anche il motivo per cui abbiamo donato a Frau Belén un nostro prezioso gioiello "la Presentosa" con al centro due cuori, quello di Crognaleto e quello di IKEA".

Il Comune di Crognaleto conta 21 frazioni e ospita 1.325 abitanti sun territorio di circa 12.500 chilometri quadrati.

Una struttura che, in soli 45 giorni, ha realizzato quello che è stato definito un vero e proprio "miracolo", grazie ad una pragmatica collaborazione tra pubblico e privato che ha consentito la nascita di un nuovo edificio scolastico dopo la dichiarazione di inagibilità di quello esistente. Il danno maggiore lo si è riscontrato sulle strutture scolastiche, i due plessi di Nerito e Tottea, resi inagibili e addirittura da demolire. Sviluppato su una superficie totale di 325 mq, l'edificio richiama nello stile lestrutture svedesi, dalla giocosità dei colori alle composizioni tipiche del design scandinavo. Allo stesso tempo è un edificio completamente integrato nell'ambiente circostante, la natura del Parco Nazionale, non solo nell'utilizzo di materiali, ma anche nella scelta volumetrica, nello studio delle viste sul panorama. Nella costruzione, la sostenibilità è stata ritenuta prioritaria: è stato utilizzato del legno lamellare certificato prodotto dalla società Subissati, materiale che rientra nei parametri di edilizia sostenibile grazie alla classe A4 Energia quasi Zero e all'uso di materiali ecocompatibili. Inoltre, la prestazione sismica della Classe IV permette di inquadrare la scuola tra le 'Costruzioni con funzioni pubbliche o strategiche importanti, anche con riferimento alla gestione della protezione civile in caso di calamità'.

Ed è qui che è intervenuta IKEA, che ha deciso di regalare ai bambini della zona un edificio, una scuola, la "Alfredo Quaranta".