Coppia italiana prima a scalare tutti 8000, raggiunta vetta Annapurna

Coppia italiana prima a scalare tutti 8000, raggiunta vetta Annapurna

Infatti una coppia italiana è l'unica ad aver scalato tutte le 14 cime del mondo oltre gli ottomila metri. Dal 2011 i due hanno ripreso il loro obiettivo, visto che l'uomo si era ripreso dalla malattia e oggi sono qui a festeggiare questa impresa straordinaria. Si tratta della friulana Nives Meroi insieme al marito Romano Benet (55 anni entrambi). L'ascensione si è svolta, come per le precedenti, senza ossigeno supplementare e senza l'ausilio di portatori d'alta quota. "È stata la salita più impegnativa ma anche la più bella". Lungo il percorso hanno allestito cinque campi d'alta quota.

"L'ascensione dell'Annapurna incarna in pieno il nostro modo di vivere la montagna: abbiamo lavorato di squadra con gli spagnoli, pestato neve alta fino alla cintola, portato su e giù la nostra tenda, faticato tantissimo". "È stata davvero dura, sono sfinito", ha aggiunto Romano Benet. L'attacco finale è partito nella mattinata dell'11 maggio da 7.200 metri. Un alpinismo cosiddetto "by fair means", con uno stile leggero e pulito, senza l'utilizzo di bombole d'ossigeno, un confronto onesto con se stessi e la montagna. Per stare accanto al marito, Meroi rinunciò alla corsa per diventare la prima donna a raggiungere la vetta di tutti gli Ottomila, primato che la coreana Eun-Sun Oh sostiene di aver conquistato nel 2010. Durante la scalata al Kangchenjunga infatti, tra il campo 3 e il campo 4, Romano entrò in difficoltà: i due dovettero ritirarsi, rientrando alla base. Negli anni successivi, in seguito a una diagnosi di aplasia midollare, Romano Benet subì due trapianti di midollo osseo, che lo costrinsero a fermarsi per circa due anni.