Coppa Italia, Inzaghi in conferenza: "Con la Juventus la gara perfetta"

Coppa Italia, Inzaghi in conferenza:

Ecco le dichiarazioni in conferenza stampa del tecnico biancoceleste Simone Inzaghi alla vigilia: "Quali sono le sensazioni?". Ce la siamo giocata, ma con un po' di fortuna ed episodi diversi poteva cambiare. "Ora la giocheremo nel migliore dei modi". Ho chiesto ai miei giocatori di avere la mente libera e l'umiltà con cui abbiamo giocato sempre. "Loro sono favoriti ma in gara secca può succedere di tutto". Mi vengono ricordi un po' brutti se ci penso, ma la vedo più come una opportunità. "Il calcio è strano, certo dovremmo fare la cosiddetta partita perfetta". C'abbiamo provato ma non ci siamo riusciti. Noi giochiamo a casa, in uno stadio che sarà metà laziale e metà juventino. "Vogliamo fare una partita da Lazio, come abbiamo fatto ultimamente". Era meglio una Juve campione d'Italia? La Juve è la Juve. Sono molto orgoglioso di allenare questi ragazzi. "Noi siamo in un buon momento, la squadra ha consapevolezza dei propri mezzi".

"Conta l'interpretazione, so di avere una squadra matura". Oltre i moduli incontriamo la Juventus, andremo ad incontrare una grandissima squadra con dei grandissimi campioni. Poi lancia un messaggio ai tifosi: "È un motivo di orgoglio rivederli tutti allo stadio". I tifosi vanno menzionati. Forse era nel destino che dovessimo perdere. già da Firenze. Non è sicuro neppure chi sarà il terzo difensore, se il fedele Radu o l'esplosivo Bastos, e soprattutto ci sono perplessità sulla punta che affiancherà Immobile: l'affidabile Felipe Anderson o l'irresistibile Keita che ha segnato a raffica nelle ultime settimane?

Che significato ha per te questa partita? Noi dovremo essere veloci a far girare palla, la Juventus non dovrà trovare spazio. "Dovremo cercare di essere intensi e determinati".

Inzagh, quindi, si affida ad un dato da non sottovalutare: "Di solito l'esordio in Coppa mi porta bene". Da giocatore, vinta sul campo. Siamo in un buon momento di forma e abbiamo consapevolezza.