Comunicazioni Iva, la proroga è ufficiale: invio il 12 giugno

Comunicazioni Iva, la proroga è ufficiale: invio il 12 giugno

Il comunicato del MEF che rende ufficiale la proroga comunicazione delle liquidazioni trimestrali Iva 2017 è finalmente arrivato, dopo giorni di attesa da parte dei professionisti incaricati ad un adempimento quanto mai problematico.

Il presidente dei commercialisti sottolinea poi come "non essendo queste comunicazioni 'veicolabili' all'Agenzia delle Entrate tramite il canale di trasmissione Entratel, tradizionalmente in uso ai professionisti per gli adempimenti fiscali di questo genere, c'era bisogno di maggiore tempo a disposizione per "familiarizzare" con le nuove modalità di trasmissione telematica e per consentire ai professionisti di assolvere agli incarichi ricevuti con la dovuta diligenza professionale". I primi nodi sono già stati sciolti, ad esempio quello relativo al mancato obbligo di presentare la Comunicazione nel caso in cui non sia stata registrata alcuna operazione rilevante ai fini Iva in un determinato trimestre ovvero che la liquidazione trimestrale sia pari a zero. La stessa procedura è stata tuttavia messa a disposizione soltanto a partire dal 10 maggio 2017 e la proroga della scadenza al 12 giugno 2017 è motivata proprio da inefficienze e ritardi tecnici dell'Agenzia delle Entrate.

Ufficiale proroga comunicazioni liquidazioni IVA al 12 giugno 2017.

Viene chiarito che nel rigo VP9 del mese di gennaio non deve essere inserito l'intero ammontare del credito IVA dell'anno precedente se non si intende utilizzarlo nella relativa liquidazione periodica.

Il differimento è contenuto nel Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell'Economia e delle Finanze.

Il provvedimento e' stato firmato da Padoan e dal premier, e' stato registrato dalla Corte dei Conti ed e' in via di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.

Le fatture emesse dagli autotrasportatori che si avvalgono della facoltà di differire la registrazione al trimestre successivo devono essere comprese nella Comunicazione del trimestre in cui sono registrate?

L'imponibile relativo alle operazioni attive con IVA a esigibilità differita deve essere compreso nel rigo VP2 relativo al mese (o trimestre) di effettuazione dell'operazione, mentre la relativa imposta deve essere compresa nel rigo VP4 del mese (o trimestre) nel quale si verifica l'esigibilità dell'imposta.