Colpisce con mazza il vicino, arrestato nel Catanese

Colpisce con mazza il vicino, arrestato nel Catanese

Il litigio ha visto coinvolti un insegnante di filosofia e un bracciante agricolo in pensione.

Un docente di Filosofia di Genova di 47 anni ieri sera è stato arrestato dai carabinieri in una frazione di Acireale, in provincia di Catania, dopo che, al culmine di una lite per una servitù di passaggio, ha colpito alla testa con una mazza il vicino di casa, un pensionato di 67 anni.

Ma non è tutto: al termine del diverbio degenerato e finito nel sangue il professore si è barricato in casa ed ha minacciato di utilizzare un fucile se non l'avessero lasciato in casa. Il graduato si è calato dal tetto dell'abitazione, fino ad arrivare al terrazzo. Tra queste cinque pistole di cui due ad aria compressa, due fucili con lo stesso metodo di funzionamento e una balestra con otto dardi. Dopo l'intervento dei carabinieri l'insegnate è stato arrestato e rinchiuso in carcere a piazza Lanza per tentato omicidio.

La vittima, che tra l'altro è un invalido civile per una grave forma di cardiopatia, è stata medicata per le ferite alla testa ed è tuttora sotto osservazione perché i medici temono un aggravamento delle sue condizioni.