Chievo-Roma in tv, dove vedere la diretta

Chievo-Roma in tv, dove vedere la diretta

Il destino resta nelle sue mani, comunque vada Napoli-Fiorentina stasera. Questa è una squadra seria, che ha perso partite sanguinose e si è portato il carico in quelle successiva, piano piano si è ricreata le opportunità. È difficile battere la Juventus.

Spalletti non rischia Nainggolan, ancora alle prese con un leggero fastidio al polpaccio, e schiera Strootman vertice alto del centrocampo.

La mediana sarà presidiata da De Rossi e Strootman, con quest'ultimo pronto al rientro dopo aver scontato le due giornate di squalifica.

Chievo (4-3-1-2): Sorrentino; Cacciatore, Gamberini (57' Frey), Cesar, Gobbi; De Paoli, Radovanovic, Bastien; Castro (46' Pellissier); Birsa, Inglese (87' Vignato). All.

Nel primo anticipo della penultima giornata di campionato, la Roma vince 3-5 in casa del Chievo. I giallorossi poco prima si erano fatti notare per una splendida azione offensiva: Salah porta palla fino al limite dell'area, poi scambia con Strootman che lo serve di tacco, l'egiziano scarica il mancino, ma Sorrentino si allunga e manda in corner.

Fuochi d'artificio - Maran conferma il giovane De Paoli e sposta Birsa a ridosso di Inglese nel reparto offensivo. Il pareggio giallorosso è quasi immediato, lo firma El Shaarawy, che riceve l'assist di Fazio, supera l'estremo difensore Sorrentino e insacca. Tre gol in tre presenze consecutive per il Faraone. Il numero dieci lascerà il calcio dopo una vita alla Roma, ma molto probabilmente ricoprirà un ruolo dirigenziale.

"Per noi non cambia niente dobbiamo vincere queste due partite per arrivare davanti al Napoli -aggiunge Spalletti in conferenza stampa alla vigilia del match con il Chievo-".

45′ L'arbitro fischia la fine del primo tempo. La società deve continuare il suo lavoro e lo ha fatto già vedere prendendo Monchi. C'è El Shaarawy e non Perotti: Roma con il 4-3-3.

19' Roma vicina al gol: Dzeko colpisce di testa in area di rigore ma Sorrentino respinge il pallone. È la partita di Verona che ci può liberare da qualche brutto risultato, c'è sempre quando arrivi in fondo il rimorso di non essere stato bravo in quel momento in particolare. Altra parata fondamentale sul successivo colpo di testa di Manolas. Cinque minuti dopo è arrivata la rete anche di Dzeko, una fucilata dai 30 metri che avrebbe lasciato impietrito chiunque. Il centravanti ha poi lasciato il posto a Totti, chiamato in campo a gran voce dal pubblico del Bentegodi ed entrato per assistere alla seconda rete di Inglese, la terza del Chievo. C'è tempo pure per la passerella per Francesco Totti, cui Spalletti concede una manciata di minuti e per la doppietta personale di Inglese, che in fuorigioco appoggia in gol la spizzata di Pellissier. Nonostante infatti, virtualmente, il discorso scudetto sia ancora aperto, il tecnico della Roma ha chiuso ogni discorso 'assegnando' ai microfoni di Sky Sport lo scudetto alla Juventus: "Come vive la Juventus il fatto che la Roma sia a -1?"