Champions, Berlusconi: Tiferò per la Juve contro il Real Madrid

Champions, Berlusconi: Tiferò per la Juve contro il Real Madrid

Champions, Berlusconi: contro Real Madrid 'forza Juventus' "Io per antica educazione voluta da mio padre ho sempre tifato Inter quando era impegnata con altre squadre o in match internazionali".

Silvio Berlusconi, ex presidente del Milan, ha ricevuto il premio "Rosa Camuna", assegnato a chi si è contraddistinto nell'ambito sportivo.

I presidenti che hanno segnato un'epoca, oggi, sono stati premiati dalla Regione Lombardia.

E proprio Moratti, ex presidente dell'Inter, ha invece ricordato i suoi tempi in nerazzurro: "Essere presidente di una squadra di calcio come l'Inter è stato un privilegio e anche un'avventura - ha dichiarato - è tutto ciò è stato ancora più bello perché dall'altro lato c'era una persona coraggiosa, con cui c'era anche una 'solidarietà di spesa'. Inter e Milan devono stare tra le prime sei squadre nel mondo" ma per raggiungere questi obiettivi "dovremmo candidarci alle elezioni in Qatar" ha concluso con una battuta Berlusconi, rivolgendosi a Massimo Moratti.

Ecco le dichiarazioni di Berlusconi: "Non possiamo sotterrare asce perché non ce ne sono mai state tra noi". Sono rimasto affezionato a Silvio perché lo vedevo nella mia stessa situazione, con le stesse paure ma anche con lo stesso senso del dovere. È quello che ti tiene attaccato e collegato alla squadra anche quando le cose ti direbbero 'ma chi me lo fa fare'.

"Il dolore di aver lasciato il Milan è ancora molto forte". Devo anche ringraziare Moratti per tutti i sacrifici che ha fatto nel sostenere l'Inter, a volte guardavo stupito. Ora si sono completate queste operazioni sono tutti e due gruppi fortissimi. "Sono orgoglioso di questo progetto, perché continua a dare i suoi frutti".